giovedì, 18 Aprile 2024
- Pubblicità -
HomeSezioniCronaca & PoliticaEvasione delle tasse, il Comune...

Evasione delle tasse, il Comune di Firenze lancia la task force

Controlli a tappeto per evitare l'evasione delle tasse a Firenze. Nel 2022 sono stati 34 i milioni di euro accertati di mancati pagamenti di imposte comunali

-

- Pubblicità -

Sull’evasione delle tasse a Firenze il Comune scende in campo e lancia una task force per cercare di risolvere il problema. Nel 2022 sono stati 34 i milioni di euro accertati di mancati pagamenti di imposte comunali. Di questi ne sono stati recuperati 23 e l’obiettivo è arrivare al 100% del risultato. In questo 2023 siamo a 10.500 contestazioni già trasmesse con l’obiettivo di arrivare a 36-38 milioni. Cosìo si supererà così la cifra del 2022.

Come è composto il team per il contrasto dell’evasione delle tasse a Firenze

Il team per il contrasto dell’evasione delle tasse a Firenze è così composto: ci saranno dipendenti del servizio entrate del Comune, della polizia municipale e dei servizi demografici. Tutti loro lavoreranno in collaborazione con Agenzia delle entrate, Guardia di finanza, gli ispettori di Alia. L’obiettivo è incrociare i vari dati e cercando di intervenire dove risultano anomalie. Ci saranno controlli a tappeto per i furbetti dell’Imu sulla seconda casa: già da inizio anno ad oggi sono stati emessi 1.111 atti per un valore di 10,5 milioni di euro ma adesso parte il giro di vite con l’idea di scovare evasione nel 2023 per oltre 15 milioni di euro. Il Comune vuole recuperare, non sanzionare.

- Pubblicità -

Chi non è in regola si potrà anche ravvedere, cioè pagare spontaneamente con sanzioni ridotte. Tali sanzioni vanno da un minimo dello 0,1% giornaliero fino al 14° giorno di ritardo, fino al 5% per pagamenti dopo il 30 giugno del secondo anno successivo al mancato pagamento.

Tari, Canone patrimoniale suolo pubblico, pubblicità e mercati, tassa di soggiorno

Non c’è solo l’Imu nell’agenda del contrasto dell’evasione delle tasse a Firenze. Per quanto riguarda la Tari, da inizio anno ad oggi sono stati emessi 7.885 atti per un valore di 5 milioni, ad utenti non iscritti in banca dati. L’obiettivo per il 2023 è individuare utenze sconosciute per un valore di 13 milioni. Per il Canone patrimoniale suolo pubblico, pubblicità e mercati (e per Cosap e Cimp di anni precedenti) da inizio anno ad oggi sono stati emessi 1.460 atti per un valore di 2 milioni. L’obiettivo per il 2023 è recuperare 5 milioni di canoni non pagati.

- Pubblicità -

Per quanto riguarda l’imposta di soggiorno, da inizio anno ad oggi sono stati emessi atti per il recupero di imposta non pagata per un valore di 1,4 milioni. “Siamo da sempre attivi nel recupero dell’evasione”, ha detto l’assessore al bilancio Giovanni Bettarini. “Lo scorso anno abbiamo accertato complessivamente 34 milioni di imposte comunali evase”, ha aggiunto. Secondo Bettarini il fenomeno è “ancora più ampio”. Per questo si punta a recuperare più soldi nel 2023.

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Ultime notizie

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -