venerdì, 1 Marzo 2024
- Pubblicità -
HomeSezioniCronaca & PoliticaIl 15 aprile tir in...

Il 15 aprile tir in corteo contro il pedaggio sulla Fi Pi Li

Il percorso dei tir lumaca, una protesta contro l'introduzione del pedaggio sulla Fi Pi Li. La linea degli organizzatori e quella della Regione

- Pubblicità -

-

- Pubblicità -

Un corteo di tir e bus sulla Fi Pi Li contro il pedaggio che la Regione Toscana ha in progetto di introdurre dal 2024 sulla strada di grande comunicazione. La data della protesta è quella del 15 aprile 2023 e sarà caldissima: è un sabato e quindi magari ci sarà meno traffico dal punto di vista dei pendolari per lavoro però l’idea è bloccare un’arteria che è comunque un nodo nevralgico della viabilità toscana. La partenza è prevista alle ore 10 all’interporto merci di San Miniato (Pisa) e sono attesi centinaia di autotrasportatori con i loro camion.

Il corteo contro il pedaggio sulla Fi Pi Li: il percorso del 15 aprile

Il tragitto del corteo contro il pedaggio sulla Fi Pi Li è il seguente. Appena ritrovati a San Minato i mezzi entreranno in superstrada in direzione Empoli est, dove poi torneranno indietro sempre lungo la superstrada. La protesta, che è promossa da Cna Toscana, bloccherà la strada di grande comunicazione con tir lumaca e quindi si prevedono code e disagi: il corteo comunque non entrerà in nessun centro abitato. L’intento è sensibilizzare e non creare problemi agli utenti ma di fatto i problemi ci saranno: chi può il 15 aprile eviti di prendere la Fi Pi Li.

- Pubblicità -

Sul corteo contro il pedaggio sulla Fi Pi Li la posizione della Regione non cambia. Ed è stato l’assessore ai trasporti Stefano Baccelli a confermarlo, affermando che entro fine maggio sarà realizzata Toscana Strade, la nuova società in house della Regione che gestirà la superstrada. “Il pedaggio selettivo a carico dei mezzi pesanti sulla Fi Pi Li è una scelta politica che va fatta, per cui andremo avanti”, ha detto. Baccelli ha poi ribadito di essere in procinto di presentare la proposta di legge al Consiglio regionale per l’istituzione della nuova società. “Non ci sono alternative alla realizzazione di questa società”, ha chiarito l’assessore.

“Se sarà confermato il pedaggio le proteste continueranno”

A proposito del corteo contro il pedaggio sulla Fi Pi Li il presidente di Unione Cna Fita Toscana Michele Santoni ha detto che “se il pedaggio dovesse essere confermato potremmo continuare le nostre proteste sotto il palazzo della Regione”. Santoni ha detto infatti che il pedaggio non avrà ricadute specifiche sugli autisti e le loro famiglie, quanto piuttosto sulle aziende che necessitano dei trasporti.

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Ultime notizie

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -