mercoledì, 28 Febbraio 2024
- Pubblicità -
HomeSezioniCronaca & PoliticaIn arrivo il freddo a...

In arrivo il freddo a Firenze: quanto durerà?

Previste gelate nelle pianure dell'interno della Toscana. Le previsioni meteo per i prossimi giorni

- Pubblicità -

-

- Pubblicità -

A Firenze è in arrivo il primo freddo con un sensibile abbassamento della temperatura percepita e gelate previste in pianura. Ma durerà poco e non ci sarà il gelo record registrato in Europa orientale: in Toscana gli esperti meteo parlano di valori nella media del periodo. La sensazione di freddo in questi giorni è acuita dallo sbalzo termico, causato dal repentino passaggio da un clima mite (anomalo per l’inverno) a condizioni più fresche.

In arrivo il freddo a Firenze: gelate in pianura

Secondo le previsioni del Lamma, venerdì 12 e sabato 13 gennaio 2024 saranno due classiche giornate invernali: sole, ma con un clima un po’ più freddo e gelate mattutine nei fondovalle dell’interno (la minima prevista a Firenze per sabato è di -4). I valori massimi toccheranno invece i 9 gradi. Insomma a Firenze arriva il freddo, ma le temperature saranno in linea con quelle che normalmente vengono registrate nel mese di gennaio.

- Pubblicità -

Quanto durerà il freddo a Firenze?

Stando alle previsioni, le temperature inizieranno a rialzarsi già nella giornata di domenica 14 gennaio, quando il cielo sarà nuvoloso o coperto e la colonnina di mercurio tornerà sopra lo zero, con la minima a Firenze che si attesterà intorno ai 4 gradi. Poi da lunedì un nuovo scenario con un flusso di aria più mite e a tratti umida, che riporterà le temperature sopra le medie del periodo. Inoltre tra mercoledì 17 e giovedì 18 gennaio è in vista il rimontare di una nuova perturbazione sulla Toscana, ma la tendenza andrà confermata nei prossimi giorni.

In Toscana l’autunno più caldo degli ultimi 70 anni

Nonostante l’arrivo del primo freddo, a Firenze anche per questo periodo invernale si sta delineando un clima più caldo del solito. In Toscana già lo scorso autunno, secondo il Report climatico del Lamma, è stato il più caldo degli ultimi 70 anni. Una nuova stagione da record che ha visto un’anomalia di 2,1° in più rispetto al periodo che va dal 1991 al 2020. Al terzo settembre più caldo dal 1955 (+2,1 °), è seguito l’ottobre più caldo di sempre, con una anomalia di ben +3.4°, e un mese di novembre leggermente più caldo del normale (+0.8 °). Sul fronte delle piogge settembre è stato più secco della media (-66%), mentre le precipitazioni sono state sopra la norma a ottobre (+24%) e novembre (+21%), quando si sono registrati anche fenomeni estremi come l’alluvione a Campi Bisenzio.

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Ultime notizie

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -