lunedì, 24 Giugno 2024
- Pubblicità -
HomeSezioniCronaca & PoliticaFrutta e verdura in S....

Frutta e verdura in S. Croce

Sabato 7 novembre, in piazza Santa Croce, torna il “Mercatale di Firenze”: verdura e frutta, salumi, vino e olio, miele, marroni e altri prodotti dal produttore al consumatore nei cosiddetti "Mercati di filiera corta”.

-

- Pubblicità -

Il nuovo appuntamento è dunque sabato 7 novembre, in piazza Santa Croce, con “Il Mercatale di Firenze”. Un’occasione per i cittadini che avranno la possibilità di trovare (nelle 30 “casette” in legno predisposte dal Comune di Firenze) prelibatezze di qualità, prodotte con la massima cura. Come nelle precedenti giornate sarà presente l’assessore all’ambiente Cristina Scaletti.

A questa edizione del Mercatale (l’orario di apertura è dalle 8 al tramonto) hanno aderito 40 produttori specializzati per l’alta qualità, provenienti dalla Toscana e in particolare dalla Provincia di Firenze col meglio della loro produzione: miele d’annata (acacia, girasole, castagno, millefiori e melata), le cipolle di Certaldo i marroni del Mugello, l’uva, i pomodori, i fichi. Naturalmente ci saranno come sempre i polli di razza valdarnese bianca, i formaggi freschi e stagionati, l’olio extravergine d’oliva, i vini, la pasta, il pane e le marmellate. Le produzioni in vendita al Mercatale si caratterizzano per territorialità e stagionalità, tipicità, trasparenza del prezzo, sostenibilità e salubrità. L’individuazione delle caratteristiche di qualità è garantita dall’inserimento del prodotto nell’elenco regionale dei prodotti agro-alimentari, dall’adesione a sistemi volontari di tutela e valorizzazione (Dop, Igp, Doc, marchi collettivi e da certificazioni di eco sostenibilità).

- Pubblicità -

L’iniziativa “Filiera corta” è promossa dalla Regione Toscana e organizzata dal Comune di Firenze in collaborazione con alcune associazioni di categoria fra le quali CIA (Confederazione Italiana Agricoltori), CNA (Confederazione Nazionale Artigiani), Coldiretti, Città del Bio e il GAS Frediano (gruppo di acquisto solidale), che hanno provveduto a nominare un comitato di gestione con il compito di assicurare la tutela della qualità dell’iniziativa e dell’immagine, l’informazione ai cittadini, l’accettazione della presenza al mercato di nuovi partecipanti disposti a rispettare i principi e le modalità stabilite dal regolamento e dal protocollo che i promotori hanno sottoscritto.

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Ultime notizie

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -