sabato, 26 Settembre 2020
Home Sezioni Cronaca & Politica Il Giro non si ferma...

Il Giro non si ferma e arriva in Toscana. Ma è lutto per la morte del giovane belga

Non sarà una festa come previsto, ma comunque sarà: come spesso succede in questi casi, the show must go on, e dopo la morte del 25enne belga Wouter Weylandt il Giro d'Italia continua. Martedì 10 maggio quarta tappa, con arrivo a Livorno.

-

The show must go on. Lo spettacolo deve andare avanti, e avanti andrà. Anche senza Wouter Weylandt, 25enne ciclista belga che ieri ha perso la vita a pochi chilometri dall’arrivo della terza tappa del Giro d’Italia, a Rapallo.

LA CADUTA. La tragedia si è consumata ieri pomeriggio. Il 25enne è caduto a circa 20 chilometri dall’arrivo, in un tratto in discesa, dove la velocità dei ciclisti è molto elevata. I soccorsi sono arrivati subito, ma per Weylandt non c’è stato niente da fare. Tra pochi mesi sarebbe diventato padre, particolare che aggiunge dolore al dolore. Sulla sua morte sarà aperta un’indagine per far luce sulla dinamica dell’incidente.

LUTTO. La tappa di ieri si è comunque conclusa, anche se gli organizzatori hanno deciso di annullare il cerimoniale dopo l’arrivo. E anche oggi, martedì 10 maggio, il Giro andrà avanti. Ma sarà una giornata di lutto quella che vedrà l’arrivo del Giro in Toscana: evento alla vigilia attesissimo dai tanti amanti di questo sport della regione, ma il cui significato è del tutto cambiato dopo il tragico incidente di oggi. La quarta tappa prevede infatti, dopo la partenza da Genova, l’arrivo a Livorno, dopo l’attraversamento di diverse città e cittadine toscane.

“LIBERA SCELTA”. Come già accaduto ieri, anche oggi verranno annullate tutte le manifestazioni di festa. “Lasceremo ai corridori la libera scelta d’interpretare la tappa di domani”, ha annunciato il direttore Angelo Zomegnan ha detto Zomegnan. Da capire, dunque, cosa succederà, anche se il Giro va avanti.

SI VA AVANTI. La tappa, infatti, si disputerà regolarmente, come confermato dallo stesso Comune di Livorno. “Appresa la notizia della la tragica morte del ciclista belga Wouter Weylandt, il comitato della IV tappa del Giro d’Italia si è riunito a Palazzo Municipale. Presenti il vicepresidente della Provincia Fausto Bonsignori l’assessore allo Sport del Comune Claudio Ritorni e il presidente del comitato Fabio Canaccini. A nome della città sono stati espressi il cordoglio e la vicinanza di Livorno alla famiglia dell’atleta, alla sua squadra e a tutti i corridori del Giro d’Italia. Nel corso della riunione è giunta la conferma che la tappa di domani a Livorno si disputerà regolarmente. Restano massimi i livelli organizzativo, mentre si abbasseranno i toni dei festeggiamenti in segno di lutto. Restano confermate tutte le indicazioni sulla viabilità, parcheggi, uscita delle scuole, ecc diffuse negli ultimi giorni”, spiega una nota apparsa sul sito del Comune.

FIRENZE. E anche dal capoluogo toscano, Firenze, arrivano messaggi di cordoglio. “Da appassionato di sport ed amante del ciclismo, sono sconvolto e addolorato per il terribile incidente che è costato la vita al giovane corridore belga Wouter Weylandt durante la tappa odierna del Giro d’Italia. Un evento che ha gettato una triste cappa sulla corsa rosa, che proprio domani arriva in Toscana”. E’ quanto ha affermato il vicesindaco e assessore allo sport Dario Nardella. “In questo momento il primo pensiero è alla moglie, ai familiari, alla squadra, a cui esprimo il mio cordoglio – continua Nardella – Anche se sarà accertata la tragica fatalità che ha provocato la caduta di Weylandt, e anche se sappiamo che il Giro d’Italia vanta un’organizzazione esemplare, questo drammatico episodio ripropone il tema della sicurezza durante le corse. Da parte nostra, fin da ora possiamo garantire che anche per il Mondiale del 2013, che si correrà sulle strade fiorentine e toscane, il Comune di Firenze chiederà la massima attenzione e il massimo impegno per ridurre al minimo ogni rischio”.

Ultime notizie

L’Orchestra della Toscana riparte da 20 Intermezzi

Tra la stagione scorsa interrotta dal coronavirus e la prossima ancora da definire, l’Orchestra regionale della Toscana torna sul palco del Verdi con un programma di concerti per l’autunno. 500 i posti disponibili

Inter Fiorentina in tv: Sky o Dazn?

Inter Fiorentina in tv: una partita da non perdere quella in programma alle ore 20.45 a San Siro: ma dove vederla in Tv su Sky o Dazn?

Cosa fare a Firenze nel weekend: gli eventi del 26 e 27 settembre

Bancarelle, vintage, fiere, spettacoli e musei a 1 euro: il meglio del programma per l'ultimo fine settimana di settembre

Giornate europee del patrimonio 2020: musei a 1 euro a Firenze e in Toscana

Visite guidate gratis, eventi e aperture serali dei musei a un prezzo simbolico: cosa vedere in Toscana per le Gep 2020