giovedì, 29 Settembre 2022
HomeSezioniCronaca & PoliticaIl maltempo d'agosto a Firenze:...

Il maltempo d’agosto a Firenze: bomba d’acqua e tanta paura

In totale 40 millimetri di pioggia: è il bilancio del maltempo a Firenze tra il 15 e il 15 agosto. Diverse le chiamate ai vigili del fuoco

-

Pubblicità

Notte di paura a Firenze per il maltempo che ha colpito tutta la città nella notte a cavallo tra il 15 e il 16 agosto. Un violenta bomba d’acqua si è infatti abbattuta su tutta la città, iniziando dal tardo pomeriggio: in totale 40 millimetri di pioggia. Apprensione e tante chiamate ai vigili del fuoco. Il nubifragio ha fatto rimanere alcune persone bloccate in auto, situazioni tutte risolte: il ricordo è stato subito a ciò che accadde in città il 1 agosto 2015 con l’uragano che andò a colpire Firenze creando tantissimi danni.
Allagamenti in zona Novoli, Campo di Marte, Gavinana. Sono caduti alcuni alberi sul lungarno Ferrucci e un muro è crollato in via Benedetto Fortini.

Il sindaco Nardella sul maltempo del 15 e 16 agosto

Il sindaco di Firenze Dario Nardella ha scritto su Twitter, descrivendo il fenomeno come una bomba d’acqua. “La perturbazione – si legge – si va progressivamente riducendo. Quattro pattuglie della protezione civile stanno monitorando le zone del torrente Ema che è  fuoriuscito dall’alveo in alcuni tratti”. Sul maltempo a Firenze di questi giorni di agosto il Comune sta monitorando la situazione minuto dopo minuto. Stessa cosa per la protezione civile.

I danni della bomba d’acqua: non solo Firenze città

Pubblicità

La città di Firenze non è l’unica a essere stata colpita dal maltempo di metà agosto (che segue giorni in cui il caldo torrido era diminuito). Infatti si sono segnalati grandi problemi anche nel comune di Bagno a Ripoli: il sindaco Francesco Casini ha chiesto alla Regione l’attivazione dello stato di emergenza. Problematiche in particolare a Grassina e Antella: strade allagate, così come le case. Danni anche ad auto e moto. In generale diverse zone della Toscana stanno facendo i conti con la furia di acqua: da Siena, dove nel giorno del Palio è stata annullata la provaccia, a Prato, da Pistoia ad Arezzo.

Pubblicità

Ultime notizie