venerdì, 14 Maggio 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaIncidenti stradali: diminuiscono, ma attenti...

Incidenti stradali: diminuiscono, ma attenti alla bella stagione

Si verificano sopratutto tra la primavera e l'estate, nei centri abitati e durante il pomeriggio. E' questo il 'profilo' degli incidenti stradali, in provincia di Firenze. Sul banco degli imputati finiscono i comportamenti scorretti al volante.

-

Si verificano sopratutto tra la primavera e l’estate, nei centri abitati e durante il pomeriggio. E’ questo il ‘profilo’ degli incidenti stradali, stilato dalla Prefettura di Firenze, che per il quarto anno consecutivo ha realizzato un dossier sul tema, in collaborazione con le polizie municipali e le forze dell’ordine. Sul banco degli imputati finiscono i comportamenti scorretti al volante.

I DATI. Il 2010 ha visto un’inversione di tendenza per quanto riguarda il numero di incidenti sulle strade della provincia di Firenze: si sono registrati meno incidenti, meno feriti e meno morti. L’anno scorso sono diminuiti i sinistri con feriti (-6%) sia quelli mortali (-4,3%). Un dato in controtendenza rispetto al 2009, quando gli incidenti erano cresciuti del 2,9%. In flessione il numero delle persone che hanno perso la vita: 69 nel 2010, mentre erano state 73 nel 2009, 77 nel 2008 e 80 nel 2007.

incidente1I PERIODI ‘NERI’. La ricerca conferma che i mesi più pericolosi, in cui si registra un picco di incidenti, sono aprile, maggio, giugno e settembre, mentre agosto resta il periodo meno critico. A rischio sono soprattutto i giorni del fine settimana e la fascia oraria del pomeriggio: ben 2 incidenti su 5 avvengono tra le ore 13 e le 19. I sinistri si verificano soprattutto nei centri abitati e alto resta il numero dei pedoni coinvolti (420 persone su 5.601 incidenti con feriti), nonostante si sia dimezzato rispetto al 2009.

LE CAUSE. Sul banco degli imputati finiscono i comportamenti scorretti: a causare gli incidenti sono soprattutto l’eccesso di velocità, la guida distratta, l’inosservanza della precedenza, il mancato rispetto della distanza di sicurezza, oltre alla guida sotto effetto di alcol e droga.

PATENTI RITIRATE. L’anno scorso, in provincia di Firenze, sono state 1.086 le persone pizzicate alla guida dopo aver alzato un po’ troppo il gomito, 90 quelle al volante sotto effetto di stupefacenti: per tutti loro è scattato il ritiro della patente. In entrambi i casi si tratta comunque di dati in calo rispetto al 2009.

Ultime notizie