Il ciclo di conferenze su “I volti del potere” si svolgerà al Parterre in piazza della Libertà, comincerà domani ed analizzerà il ruolo della politica, dell’economia, dello spettacolo, dell’informazione come luoghi di potere.

Saranno quattro incontri, sempre il mercoledì alle 21,00 con ingresso libero, tenuti da esperti del Centro di Psicosintesi di Firenze.

Domani, il primo appuntamento, sul tema “Denaro, potere e spiritualità”, con Elena Morbidelli. Il 15 ottobre “Essere o sembrare: ruoli, corazze, verità” con Piero Ferrucci, il 22 “Imperatori, servitori, usurpatori”, con Andrea Bocconi ed infine il 29 “Le direzioni del potere e il cerchio della vita”, con Massimo Rosselli.

“Crescere insieme ai figli adolescenti” è un ciclo di dieci incontri che comincerà domani organizzato insieme all’Istituto di Gestalt Counselling. Tutti i mercoledì fino al 10 dicembre, dalle 21,00 alle 23,00 presso la ludoteca “Tana dell’orso”, nel viale de’ Amicis 21.

L’iniziativa offrirà sostegno e suggerimenti su come affrontare i problemi adolescenziali, dal bisogno di autonomia alla dipendenza emotivo-affettiva.

Gli incontri saranno guidati dalla dottoressa Silvia Giani che accompagnerà i partecipanti attraverso un percorso di condivisione incentrato sulla persona, cercando di insegnare come dialogare con i figli in questo momento di delicato passaggio. È obbligatorio iscriversi al corso, presso l’ufficio servizi educativi di Villa Arrivabene, in piazza Alberti 1/a telefono 055/2767818-27-53.

Intanto, al centro giovani CURE nel parco Pettini Burresi in via Faentina, 145 ricominciano le rassegne di arte contemporanea “Dialoghi muti”, il progetto curato da Gianni Caverni e Lorenzo Pezzatini.

Domani alle 18,00 sarà inaugurata la mostra fotografica “Visibile – invisibile”, in cui l’artista più anziano, Roberto Pupi, “dialoga” con la giovane Margherita Cesaretti. Pupi, un livornese che vive e lavora a Firenze, non è un fotografo tradizionale. Utilizza la fotografia ma ne stravolge le caratteristiche conferendo alle sue immagini una tridimensionalità in grado di interagire con l’ambiente esterno. Cesaretti, promettente artista fiorentina, nelle sue immagini estremamente espressive richiama gli albori della fotografia con le sue prime sperimentazioni.

La mostra sarà aperta fino a mercoledì 15 ottobre dalle 15,00 alle 19,00 chiusa la domenica.