Firma protocollo esercizi storici

Un protocollo per tutelare i negozi con oltre mezzo secolo di storia, aiutandoli a guardare al futuro. E’ l’intesa firmata, nel caffè storico Giubbe Rosse, tra Comune di Firenze e Associazione degli Esercizi storici. L’obiettivo è valorizzare le attività commerciali con più di 50 anni di vita “che rappresentano un elemento prezioso di diversificazione dell’offerta e sono spesso simboli di cultura del lavoro e del saper fare di cui Firenze è grande interprete”, tra tradizione e innovazione, mettendo in atto forme di promozione congiunta.

A firmare l’accordo c’erano l’assessore allo Sviluppo economico Cecilia Del Re e il presidente dell’Associazione Gabriele Maselli.

Cosa prevede l’accordo

“Una firma – spiega Maselli – con cui si rafforza una collaborazione con l’amministrazione di fatto già avviata e mirata a sostenere attività che costituiscono un tessuto economico importante e qualificano l’offerta di una città che anche sotto questo aspetto è tutt’altro che anonima. Ci stiamo poi adoperando per sviluppare l’uso dei nuovi canali di comunicazione, oggi quanto mai essenziali per attrarre l’attenzione soprattutto su scala internazionale”. L’Associazione Esercizi storici tradizionali e tipici fiorentini riunisce circa 80 aziende  formate da artigiani, commercianti, attività ricettive, della ristorazione e dell’enogastronomia. Quest’anno parteciperà alla Mostra Internazionale dell’Artigianato Mida 2019, che aprirà i battenti alla Fortezza da Basso il 24 aprile con un’edizione che punta proprio sul “saper fare” dei maestri artigiani di Firenze.

“Come Comune – ha dichiarato  Cecilia Del Re –  abbiamo deciso di siglare questo protocollo d’intesa con l’Associazione esercizi storici con l’obiettivo di lavorare assieme in questa fase di monitoraggio sulle attività che possono entrare a far parte del nuovo Albo e per la promozione e valorizzazione del settore che intendiamo portare avanti, consapevoli del ruolo importante che le imprese storiche interpretano.