mercoledì, 22 Settembre 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaItalians do it better, anche...

Italians do it better, anche su internet

Spopolano i siti targati Italia. A scegliere il ''marchio'' del Belpaese sono pure gli stranieri.

-

Spopolano i siti targati Italia. Sempre più utenti scelgono di registrare i portali internet utilizzando l’ormai famoso suffisso .it. A preferire il marchio del Belpaese sono pure gli stranieri.

IMPENNATA NELLE REGISTRAZIONI. La crescita dei domini “italiani” prosegue a buon ritmo: l’anno scorso sono aumentati del 30 per cento. Se per raggiungere il primo milione di siti .it sono stati necessari diciassette anni, il secondo milione ne ha richiesti solo cinque. Questo grazie all’introduzione di un nuovo e più semplice sistema di registrazione. I dati sono stati diffusi dall’Istituto di informatica e telematica del Consiglio nazionale delle ricerche di Pisa (Iit-Cnr), che gestisce il registro nazionale dei domini.

I DATI. L’anno scorso si è passati da 28mila a oltre 36mila nuovi siti targati .it al mese. Merito, spiegano dall’Istituto pisano, del sincorno, ossia la nuova modalità che consente l’attivazione in poche ore. Al 31 dicembre 2010, sono state fatte 442mila nuove registrazioni a fronte delle 339.343 del 2009 (+30%) e delle 303.757 del 2008 (+50%).

ITALIANS DO IT BETTER. I domini .it piacciono anche oltre confine: i siti marchiati Italia sono cresciuti di oltre il 20 per cento durante il 2010. Al primo posto, per questa scelta, c’è la Germania, seguita da Lussemburgo, Slovacchia e Francia. L’aumento percentuale maggiore si è avuto invece in Svizzera, Cina e Olanda.

IL 2011. Ottime prospettive anche per quest’anno. Dallo scorso primo gennaio è infatti possibile pagare con carta di credito, mentre a breve verrà introdotto il cosiddetto Internationalized domain name (Idn), un sistema che permetterà di registrare il proprio dominio mantenendo il nome di una persona, società o marchio.

Ultime notizie