domenica, 2 Ottobre 2022
HomeSezioniCronaca & PoliticaLa Toscana? Piena di ''case...

La Toscana? Piena di ”case fantasma”

La denuncia viene da Legambiente: nella nostra regione sono più di 123mila gli immobili non presenti sulle carte catastali o che hanno subito variazioni non denunciate dai proprietari. 17mila solo a Firenze.

-

Pubblicità

Nella nostra regione sono più di 123mila gli immobili “fantasma”, cioè non presenti sulle carte catastali o che hanno subito variazioni non denunciate dai proprietari. Regina della classifica sull’abusivismo figura la provincia di Arezzo con 22mila immobili, segue Firenze con circa 17mila, terza la provincia di Grosseto con 16mila.

LA DENUNCIA. A lanciare l’allarme è stata Legambiente Toscana che, in occasione della manifestazione nazionale Festambiente in corso a Ripescia. Grosseto, ha elaborato i dati dell’ultimo rapporto, aggiornato al 30 aprile, dell’Agenzia del territorio.

Pubblicità

DATI PREOCCUPANTI. Anche i dati sul consumo suolo, spiega Legambiente, ”non fotografano una situazione rilassante. Complessivamente. nel 2010 si è consumato il 5,6% del suolo regionale pari a circa 1.300 km2 – commenta Angelo Gentili, coordinatore nazionale di Festambiente e segreteria nazionale Legambiente -. Sono dati da non sottovalutare: il cemento potrebbe nascondere interessi speculativi. Non si sa in quale misura i padroni degli edifici si sottraggano dall’accatastamento solo per non pagare le tasse o perché le loro costruzioni sono anche abusive”.

PIU’ CONTROLLI. “Una dato è certo – continua Gentili -, dai rilievi fotografici sono emersi immobili fantasma, o meglio particelle catastali di terreno ‘a rischio’, dislocate su tutto il territorio toscano. E’ necessario tenere alta la guardia, monitorare quello che succede sul territorio e puntare sempre di più ad uno sviluppo moderno e attento all’innovazione energetica e tecnologica, che abbia al centro il recupero del patrimonio edilizio esistente”.

Pubblicità

Ultime notizie