mercoledì, 14 Aprile 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaL'appello dell'Opera: ''Collaboriamo per riqualificare...

L’appello dell’Opera: ”Collaboriamo per riqualificare piazza del Duomo”

Il presidente dell’Opera di Santa Maria del Fiore Franco Lucchesi ha lanciato un appello alle istituzioni. Saccardi: ''Massima disponibilità, ma ognuno faccia la sua parte''.

-

 

Un appello per ”salvare” piazza del Duomo.

L’APPELLO. E’ arrivato questa mattina dal presidente dell’Opera di Santa Maria del Fiore Franco Lucchesi, che ha lanciato un appello alle istituzioni: “Collaboriamo per riqualificare la piazza del Duomo a Firenze con un tavolo comune di lavoro”. “La Piazza del Duomo di Firenze – ha proseguito Lucchesi – si trova oggi in una situazione di vero e proprio degrado, il modo con cui è utilizzata è incompatibile con il valore dei suoi monumenti e di ciò che rappresentano nel mondo. Pochi giorni fa ho parlato con il Sindaco di Firenze, Matteo Renzi, che si è dimostrato disponibile ad incontrarsi e ad affrontare insieme la situazione”.

RIQUALIFICAZIONE. L’Opera di Santa Maria del Fiore, dal canto suo, sta portando avanti un progetto di riqualificazione della Piazza del Duomo e dei suoi monumenti, investendo oltre 30 milioni di euro da qui all’autunno 2015, data in cui Firenze ospiterà il decennale Convegno nazionale della Chiesa italiana.

SACCARDI. “Massima disponibilità a lavorare insieme per trovare soluzioni condivise ed efficaci. Ma ognuno faccia la sua parte”. Il vicesindaco Stefania Saccardi risponde così all’appello lanciato dal presidente dell’Opera del Duomo Franco Lucchesi in merito al degrado di piazza Duomo. “Come Amministrazione ci siamo sempre impegnati per il decoro della città – sottolinea il vicesindaco Saccardi –. In particolar modo, per quanto riguarda piazza Duomo, voglio ricordare che è stata la prima pedonalizzazione fortemente voluta dal sindaco Renzi anche per ridare dignità alla piazza e alla Cattedrale, trasformata in un grande spartitraffico. Grazie alla pedonalizzazione la zona è diventata fruibile da cittadini e visitatori che possono passeggiare senza respirare gli scarichi degli autobus o diventare sordi a causa del rumore del traffico. E – continua Saccardi –, se vogliamo parlare degli elementi all’origine del degrado, non possiamo certo tacere come tra le cause ci sia anche da annoverare sicuramente il cantiere della stessa Opera del Duomo”.

“PRONTI”. “Comunque, non ci tiriamo indietro e, se serve, siamo pronti a lavorare insieme all’Opera del Duomo e alle Forze dell’ordine per trovare soluzioni condivise ed efficaci. Peraltro il sindaco ha già dato la sua disponibilità ad un incontro per affrontare la questione”. Ma, come sottolinea ancora Saccardi, il Comune non può fare tutto solo, anche dal punto di vista delle risorse. “In questo senso l’Opera del Duomo potrebbe darci una mano, magari destinando una parte degli introiti che derivano dai turisti a proteggere di più e meglio la piazza” . “Se poi i problemi evidenziati riguardano l’ordine pubblico, l’appello deve essere rivolto al Prefetto, competente per quanto riguarda gli interventi delle Forze dell’ordine”, conclude il vicesindaco.

Ultime notizie