Anno nuovo, mercato delle pulci nuovo per Firenze. In piazza Annigoni, a due passi da Sant'Ambrogio, nel mese di gennaio partiranno i lavori per realizzare le postazioni coperte dedicate all’antiquariato, dopo lo spostamento degli esercenti dai Ciompi.

Nella prima fase dei cantieri, 20 operatori saranno spostati ai lati di piazza Annigoni e rimarranno attivi, altri 6 invece hanno scelto di sospendere la concessione.

Come sarà il mercato delle pulci in piazza Annigoni, il progetto

Per vedere concluse le opere serviranno circa quattro mesi: saranno realizzati 27 box, più uno che ospiterà i servizi igienici, disposti su due file di 14 strutture, con al centro una strada coperta dell’antiquariato, creata grazie a una tettoia leggera in acciaio e policarbonato.

Il nuovo mercato delle pulci occuperà la metà della superficie di piazza Annigoni, lasciando libera la parte davanti al futuro ingresso della facoltà di Architettura anche per eventi, mostre e manifestazioni, mentre la porzione coperta tra i box degli antiquari sarà dotata di cancelli per la chiusura notturna.

“Un progetto funzionale che dà vita a un vero e proprio mercato coperto dedicato all’antiquariato – spiega l’assessore allo Sviluppo economico del Comune di Firenze Cecilia Del Re – Un investimento da un milione di euro per dare una ‘casa’ moderna e accogliente al mercato delle pulci nel quadro di una complessiva riqualificazione della zona e delle sue aree mercatali”.

Il nuovo logo per gli antiquari, con il puntino sulla “i”

Intanto è stato svelato il nuovo logo del mercato dell’antiquariato. A disegnarlo è stata una studentessa del liceo artistico di Porta Romana grazie a un progetto di alternanza scuola-lavoro dedicato a ideare i simboli dei vari mercati cittadini.

Mercato antiquariato Firenze piazza Annigoni - mercato delle pulci ciompi spostato

“Il logo è stato realizzato da Caterina Somigli, studentessa fiorentina del secondo anno del corso di perfezionamento in Grafica pubblicitaria e fotografia – dice Cecilia Del Re – ed è stato scelto insieme agli operatori del mercato e allo studio Breschi che ha realizzato il progetto delle nuove strutture. Un logo che ha vinto per la sua freschezza, ben rappresentata dalla pulce che scappa sul puntino della ‘i’, quasi a richiamare la leggerezza degli oggetti protagonisti del mercato delle pulci”.