Non diventeranno realtà, ma niente vieta di sognare un po’. Sono le piazze dell’Isolotto pensate dai progettisti che hanno risposto all’appello del Comune di Firenze per riqualificare uno spazio che proprio quest’anno ha compiuto 60 anni di vita.

101 i progetti arrivati, noi vi proponiamo i 4 segnalati dalla giuria di esperti e premiati con 2.500 euro ciascuno. Idee che resteranno sulla carta (solo il primo arrivato, il “tappeto volante” di piazza dell’Isolotto, sarà messo in atto), ma che saranno le protagoniste di una mostra messa in cantiere dal Quartiere 4.

Le “piazze dei sogni”

La maggior parte di queste “piazze dei sogni” prevede più spazio per pedoni e bici, un percorso continuo tra il lungarno e la chiesa, senza parcheggi a interrompere il cammino e senza barriere architettoniche.  E così i progettisti creano una colorata “tettoia 3D” con tessere di ceramica; una pensilina alta quanto un palazzo di due piani; una lunga “passatoia” pedonale e uno spazio per mettere il mercato al centro della piazza.

Guarda la gallery dei progetti

“Parlami della tua piazza”

L’idea del concorso per riqualificare piazza dell’Isolotto è nata nel 2012 dopo che l’Ordine degli Architetti di Firenze ha promosso un sondaggio tra i propri iscritti,  per individuare un’agorà della città da far rivivere. In seguito è stato realizzato un percorso di partecipazione con assemblee pubbliche: residenti e commercianti hanno messo nero su bianco le loro richieste per la piazza di domani, in base alle quali è stato scritto il bando di concorso.

The winner is…

Il vincitore del concorso internazionale è quello dello studio fiorentino RossiProdi Associati: in questo articolo tutti i dettagli del progetto che sarà realizzato in piazza dell'Isolotto.