sabato, 16 Ottobre 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaL'Estate a San Salvi comincia......

L’Estate a San Salvi comincia… Passeggiando

I Chille de la balanza riprendono il tema e, memori della lezione dadaista, propongono scherzando ma non troppo un’edizione straordinaria della mitica Passeggiata, con ingresso libero ma con baratto con qualcosa da mangiare o da bere.

-

In risposta all’affermazione di Giulio Tremonti “Non si mangia con la cultura: siamo in tempi di crisi”, Andrea Camilleri scrisse per la trasmissione televisiva di Fazio-Saviano Vieni via con me, un vero e proprio elenco del perché con la cultura si mangia. Quest’elenco si apriva con la costatazione “Eva quando prese la mela dall’albero e la offrì ad Adamo, fece cultura” e si chiudeva “…dal che si deduce, contrariamente a chi afferma l’opposto, che con la cultura si mangia eccome, talvolta meglio talvolta peggio ma si mangia!”.

LA PASSEGGIATA…DEL BARATTO. I Chille de la balanza riprendono il tema e, memori della lezione dadaista, propongono scherzando ma non troppo un’edizione straordinaria della mitica Passeggiata, con ingresso libero ma con baratto con qualcosa da mangiare o da bere. E’ quasi superfluo segnalare che, appena annunciato, l’evento (chiacchierata/affabulazione di e con Claudio Ascoli che in dodici anni ha già superato le 500 repliche e i 30.000 spettatori) è immediatamente andato esaurito. Singolari le proposte di baratto alimentare con offerte di pizze, vino biologico, paste e sughi appetitosi, cous cous, salsicce, marmellate, cantuccini e tante, ma proprio tante torte.

I DIPINTI DI ANTONIO BRIZZOLARI. Venerdì 15 giugno alle ore 21,30 i Chille sono così pronti a festeggiare e soprattutto a vivere collettivamente, in comunità, questa grande abbuffata, quanto mai beneaugurante in tempo di crisi e di generale disattenzione alla produzione culturale al di là dei grandi eventi. Per “C’era una volta…il manicomio”– questo il titolo della nuova Passeggiata che inaugurerà l’estate sansalvina – l’ingresso è libero, i posti limitatissimi e già esauriti (ma i Chille si inventeranno qualcosa, ne siamo certi!), la prenotazione obbligatoria,segnalando cosa si porterà in baratto! Nell’occasione sarà aperta una esposizione di dipinti di Antonio Brizzolari, il pittore vestito di tutti i colori che dorme a San Salvi ma ama passeggiare per Sant’Ambrogio: la mostra include anche le opere che tanto successo hanno avuto recentemente a Palagio di parte Guelfa.

Ultime notizie