mercoledì, 23 Settembre 2020
Home Sezioni Cronaca & Politica Mercatini e fiere in Toscana:...

Mercatini e fiere in Toscana: le regole dell’ordinanza regionale 63

Mascherina, distanza di sicurezza e guanti per gli alimenti: come andare al mercato, rispettando le regole

-

Mercati e mercatini hanno già riaperto, per le grandi fiere (anche al chiuso) si aspetta l’ultimo via libera che in Toscana potrebbe arrivare già il 14 giugno, ma intanto il governatore Enrico Rossi ha firmato l’ordinanza regionale numero 63/2020 con le linee guida per questa tipologia di eventi.

La regola generale è sempre quella della distanza di sicurezza da mantenere sempre dalle altre persone, tra i commercianti e anche tra i clienti: a livello nazionale è di un metro, in Toscana si raccomanda di stare lontani almeno 1 metro e 80 centimetri.

Mascherina obbligatoria anche nei mercati all’aperto

Secondo l’ordinanza regionale 63/2020 solo i clienti con indosso la mascherina, che copre sia la bocca sia il naso, possono accedere alle aree dei mercati, anche se all’aperto. E’ obbligatorio indossare i guanti per toccare frutta, verdura, alimenti o abbigliamento, mentre negli altri casi è necessario mettere i guanti oppure in alternativa disinfettarsi le mani prima e dopo aver toccato la merce.

Mercatini e fiere in Toscana: cosa dice l’ordinanza regionale 63/2020

Gli operatori dei mercatini e delle fiere devono sempre indossare la mascherina, soprattutto quando interagiscono con i clienti e anche durante lo scarico e carico merci, quando è necessario anche indossare guanti o igienizzarsi spesso le mani. Ecco poi cosa prevedono in particolare le linee guida stabilite dall’ordinanza regionale toscana numero 63/2020 per mercatini all’aperto o coperti, mercati dell’antiquariato e per le fiere:

  1. Evitare assembramenti davanti al banco – l’area di vendita deve essere organizzata in modo da garantire la distanza di sicurezza
  2. Informazioni – fornire chiarimenti ai clienti per garantire il distanziamento anche quando sono in fila
  3. Dispenser con gel disinfettante per le mani e guanti monouso a disposizione dei clienti
  4. Clienti con la mascherina – avere rapporti di vendita solo con chi indossa i sistemi di protezione che coprono sia naso che bocca
  5. Acquisti di fronte al banco, se possibile, per evitare assembramenti ai lati della postazione
  6. Pulizia e disinfezione se si vende merce usata, vestiti e calzature prima che siano messi in vendita;

A chi fa somministrazione di alimenti si applicano le regole previste dalla Conferenza Stato – Regioni per i ristoranti e i bar. Si raccomanda poi di installare pannelli di separazione sui banchi e alla cassa, oltre a favorire i pagamenti con carte di credito e bancomat (disinfettando il pos dopo l’acquisto).

A questo link è possibile consultare l’ordinanza 63 del presidente della Regione Toscana e l’allegato 1 con tutte le regole e le linee guida per i mercati, i mercatini e le fiere organizzate sul territorio regionale.

Ultime notizie

Quando e dove si vota per il ballottaggio delle comunali 2020

Chi può votare, com'è fatta la scheda, quando e perché è previsto il secondo turno per scegliere il sindaco: i dubbi più comuni sulla seconda tornata elettorale

Libri scolastici con lo sconto: da Amazon alla Coop, come risparmiare

C'è chi sceglie l'usato (e spende la metà) e chi si affida al supermercato o ai siti internet con prezzi tagliati del 15% e promozioni, dai buoni ai punti spesa. La guida al risparmio per i libri di testo

Quarantena per chi arriva in Italia dalla Bulgaria: nuove regole per il rientro

Cosa dice la nuova ordinanza del Ministero della Salute per i viaggiatori che provengono dai paesi est europei come Bulgaria e Romania

L’Ecobonus riporta a galla il mercato dell’auto, ma ancora non basta per uscire dalla crisi

I recenti incentivi governativi stanno aiutando il mercato dell’auto a tornare ai livelli di vendite del 2019, chiudendo così...