Il progetto, nell’ambito dei lavori di manutenzione straordinaria effettuata dalla Silfi, prevede la sostituzione delle armature esistenti con altre del tipo cut-off rispondenti alle norme sull’inquinamento luminoso ed equipaggiate con lampade al sodio alta pressione da 150 watt, al posto di quelle a bulbo fluorescente da 250 watt, per un costo complessivo di 300.000 euro.

Si risparmia il 40% dell’energia, ma si produce il 24% di luce in più. Le lampade verranno collocate nella zona delle Cure, sulla riva destra e sinistra del Mugnone, a monte dell’omonima piazza e nella zona di Campo di Marte, tra lo stadio e viale Volta.