Tra gli interventi, anche alcuni con profonde modifiche e innovazioni di qualità. L’ampio intervento di riqualificazione delle attrezzature ludiche ha interessato quasi tutte le più importanti aree verdi pubbliche del Quartiere 2.

Ecco gli interventi nel dettaglio. Nei giardini di via Pasquali sono stati messi in sicurezza scivolo e altalena con una pavimentazione antitrauma così come si è fatto per Villa Pergolata con scivolo, altalena e palestra, mentre nel parco Pettini di via Faentina  ci sono nuovi scivolo, altalena, pic nic per bambini e antitrauma.

E ancora: in viale Malta un bilico a quattro posti e un pic nic per adulti, nei giardini Caponnetto di lungarno del Tempio scivolo, dondolo, palestra e antitrauma, in quelli del Cenacolo in via di S. Salvi scivolo e gioco a molla, e in via Rocca Tedalda una minuscola ma graziosa giostra. Ma il rinnovamento più consistente per il divertimento dei bambini si è verificato nel parco di Villa Favard in via Rocca Tedalda  e nei giardini di Campo di Marte in viale Fanti. Nel primo, accanto a bilico, molle, scivolo, altalena e antitrauma, la vera star dello spazio giochi è la nuovissima e colorata locomotiva Arizona, mentre nel secondo, insieme allo scivolo ora ci sono girello, la molla spinner bowl e soprattutto la gioconave yellow submarine, che riconduce alla celebre canzone dei Beatles e al loro omonimo film di cui ricorre il 40esimo anniversario.

“Questi lavori di restauro e di ammodernamento dei parchi giochi del nostro territorio dimostrano l’attenzione che il quartiere rivolge ai suoi abitanti in erba e di conseguenza anche alle loro famiglie”, ha commentato il presidente del Quartiere 2 Gianluca Paolucci. “Per i nuovi giochi, alcuni vere e proprie novità, e per  la messa in sicurezza degli spazi abbiamo speso quasi centomila euro, un somma considerevole che auspichiamo abbia un ritorno in termini di soddisfazione per i frequentatori dei giardini  e, soprattutto, per i ragazzi e i loro accompagnatori”. “

Ci auguriamo – aggiunge la presidente della commissione ambiente Cristina Volpini – che i nuovi giochi non siano oggetto dei soliti atti di vandalismo che purtroppo colpiscono frequentemente i giochi e gli altri arredi dei nostri giardini. Invitiamo chi frequenta le aree verdi a segnalare agli uffici del quartiere e alle autorità competenti ogni atto vandalico o uso improprio delle nuove attrezzature”.