lunedì, 18 Gennaio 2021
Home Sezioni Cronaca & Politica Operai cinesi morti a Prato,...

Operai cinesi morti a Prato, il mondo del lavoro si ferma per solidarietà

Una fermata simbolica, alle 12 di mercoledì 4 dicembre, in tutti i luoghi di lavoro della Toscana per manifestare il dolore per le vittime del rogo di Prato: è l’iniziativa lanciata da Cgil, Cisl e Uil.

-

Il mondo del lavoro si ferma per ricordare i cinesi morti al Macrolotto.

L’INIZIATIVA. Sarà una fermata simbolica quella in programma alle 12 di domani, mercoledì 4 dicembre, in tutti i luoghi di lavoro della Toscana, “per manifestare il dolore per le vittime del rogo di Prato e ribadire un no chiaro e netto allo sfruttamento dell’uomo sull’uomo”, viene spiegato. L’iniziativa è lanciata dalle segreterie regionali di Cgil, Cisl e Uil ed è rivolta ai lavoratori, ma anche a tutti i toscani, nel giorno in cui Prato ricorderà con il lutto cittadino le sette vittime cinesi del rogo del Macrolotto.

SOLIDARIETA’. “La Toscana del lavoro si fermi – dicono i segretari regionali delle tre confederazioni Alessio Gramolati (Cgil), Riccardo Cerza (Cisl) e Vito Marchiani (Uil) – per esprimere la propria solidarietà ai sette lavoratori cinesi morti nel rogo al Macrolotto e per ribadire che nel lavoro non deve esserci sfruttamento, non deve esserci mancanza di diritti e di legalità, non deve esserci violazione della dignità della persona, indipendentemente dal colore della pelle, dalla nazionalità e dalla comunità di appartenenza”.

LA MARCIA. “E’ un principio valido in ogni parte del mondo – continuano Gramolati, Cerza e Marchiani – ma che oggi siamo chiamati a riaffermare nella nostra Toscana: finché una sola persona sarà sfruttata e ridotta in schiavitù, la nostra coscienza non potrà essere in pace”. Nel pomeriggio, alle 18,30, Cgil, Cisl e Uil di Prato hanno organizzato una marcia silenziosa che partirà da via Pistoiese (angolo Via Bonicoli) per concludersi con la deposizione di una corona di fiori al monumento ai caduti sul lavoro in piazza San Niccolò.

Ultime notizie

Che colore siamo oggi: colori e zona nelle regioni d’Italia (18 gennaio)

Zona gialla, arancione o rossa: che colore siamo oggi nelle regioni d'Italia? La mappa e le regole per ogni colore

Covid in Toscana, 18 gennaio: contagi in calo ma pochi tamponi

Dati su contagi di Covid in Toscana aggiornati al 18 gennaio: i nuovi casi positivi e il punto della situazione nel bollettino della Regione

Roboante sconfitta viola a Napoli

La classifica torna a preoccupare

Fiorentina, prima volta allo stadio Maradona

La Fiorentina sfida il Napoli nel lunch match di domenica: le probabili formazioni. Commisso rinuncia allo stadio