Il blitz delle fiamme gialle di Venezia,che ha portato ad effettuare oltre 50 perquisizioni in 13 regioni nell’ambito di un’operazione contro pirateria musicale e pedopornografia, è scattato al termine di un monitoraggio della rete internet.

Le regioni interessate dall’operazione – in cui sono avvenute le perquisizioni – sono state Veneto, Lombardia, Piemonte, Valle d’Aosta, Liguria, Toscana, Lazio, Abruzzo, Campania, Emilia Romagna, Puglia, Sicilia e Calabria. La guardia di finanza ha inoltre sequestrato quasi 2.000.000 di files audio/video duplicati abusivamente.