mercoledì, 7 Giugno 2023
- Pubblicità -
HomeSezioniCronaca & PoliticaIl Piano operativo di Firenze,...

Il Piano operativo di Firenze, stop all’aumento delle camere in affitto

E stop agli alberghi oltre i viali. Il Comune di Firenze ha presentato il Piano operativo che dovrà essere approvato dal Consiglio comunale

-

- Pubblicità -

Il Comune di Firenze prova a impedire il proliferare in centro di camere (con bagno privato) da affittare. Presentando il nuovo Piano operativo il sindaco Dario Nardella e l’assessore all’urbanistica Cecilia Del Re sono stati chiari: da ora in poi, per ogni bagno privato ci deve essere almeno una stanza da 30 metri quadri. “Questo per evitare che un appartamento venga frazionato in cinque-sei camere con bagno, che poi vengono tutte affittate”, ha chiarito Nardella. Da questo punto di vista dal Comune era già arrivata una stretta visto che era stata stabilita una superficie minima dell’alloggio a 50 metri quadri sia nel caso di frazionamenti che di nuove costruzioni.

Gli elementi cardine del Piano operativo

Il Piano operativo prevede anche zero alberghi e lotta alla rendita, servizi per tutti a 15 minuti a piedi e 50 scelte per una Firenze giusta e prossima attraverso innovazione pubblica e privata. Sullo stop ai nuovi alberghi il blocco riguarda la zona A, quella che riguarda il centro ma anche oltre i viali (escludendo naturalmente le periferie). È stata stabilita anche la premialità per chi recupera in tempi rapidi immobili dismessi o abbandonati. E l’eliminazione delle schede di decollo e atterraggio per semplificare i movimenti dei volumi.

- Pubblicità -

Ci saranno anche incentivi per favorire un mix di funzioni per grandi immobili (superiori ai 2mila mq) con l’interscambiabilità delle funzioni residenziale, direzionale e servizi per immobili. Previste poi misure per introdurre e sostenere iniziative di rigenerazione partecipata con l’ampliamento del ricorso all’uso temporaneo degli spazi, all’urbanistica tattica e alla co-progettazione. Si partirà da una co-progettazione per Quartiere: ex Camping Michelangelo e Carra nel Quartiere 1; San Salvi nel Q2; La Riottosa del Galluzzo nel Q3; l’ex fabbrica Campolmi nel Q4 e la zona Stibbert nel Q5.

Il nuovo criterio della superficie edilizia media

Oltre all’alloggio minimo da 50mq in centro storico, in zona A viene introdotto il nuovo criterio della superficie edilizia media (50-55-60). Questo per limitare il numero di frazionamenti. Per i nuovi studentati privati il 20% delle camere sarà destinato agli studenti bisognosi dell’Università di Firenze.

- Pubblicità -

Sempre a proposito di studentati nel Piano operativo di Firenze è importante la precisazione che per le strutture la possibilità di aprirsi al turistico-ricettivo viene limitata da 90 a 60 giorni all’anno. E si pone il limite nei soli mesi di luglio e agosto (dove non ci sono gli studenti). Il Piano operativo dovrà essere approvato dal Consiglio comunale. Tutte le informazioni dettagliate sul sito del Comune di Firenze.

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Ultime notizie

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -