giovedì, 13 Maggio 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaPitti delle polemiche, calendario censurato....

Pitti delle polemiche, calendario censurato. E arriva Cristo in jeans

Niente presentazione a Pitti per il calendario realizzato dal celebre fotografo Oliviero Toscani per il Consorzio delle industrie conciarie di Ponte a Egola. I dodici scatti (di dodici pubi femminili “al naturale”) sono stati giudicati lesivi della dignità della donna. Il consiglio comunale ha approvato un ordine del giorno per fermare la presentazione prevista per domani a Firenze.

-

 

 

Niente presentazione a Pitti per il calendario realizzato dal celebre fotografo Oliviero Toscani per il Consorzio delle industrie conciarie di Ponte a Egola. I dodici scatti (di dodici pubi femminili “al naturale”) sono stati giudicati lesivi della dignità della donna. Il consiglio comunale ha approvato un ordine del giorno per fermare la presentazione prevista per domani a Firenze.

PARI OPPORTUNITA’. Il documento, presentato dalla presidente della commissione pari opportunità Maria Federica Giuliani, è stato sottoscritto, tra gli altri, da Francesco Bonifazi (Pd), Ornella De Zordo (perUnaltracittà), Bianca Maria Giocoli (Fli), Eros Cruccolini (Sel), Giuseppe Scola (Idv) e Tommaso Grassi (Lista Spini). Oggi la commissione pari opportunità si riunirà nuovamente per decidere ulteriori azioni da intraprendere.

REAZIONI. “Questo atto votato dal consiglio – ha sottolineato l’assessore Rosa Maria Di Giorgi – – è un gesto significativo e dovuto in difesa della dignità delle donne contro iniziative che hanno soltanto la caratteristica della volgarità. Sotto il manto della creatività si spacciano contenuti che, in realtà, sono soltanto operazioni commerciali gestite con sorprendente superficialità. Non si tratta naturalmente né di moralismo né, tantomeno, di chiusura alle sollecitazioni artistiche e respingiamo al mittente qualsiasi tentativo di rinchiudere in queste categorie l’iniziativa del consiglio comunale di Firenze”.

TOSCANI. “Nelle mie foto c’è finalmente un’immagine direi ‘pulita’. Non c’è niente di più nemico delle donne che questa visione vetero femminista”. Così Oliviero Toscani ha risposto alla posizione presa da Palazzo Vecchio. “Intanto – ha concluso Toscani – ringrazio i consiglieri per questa pubblicità gratuita”.

PITTI DELLE POLEMICHE. Nel mentre ha cominciato a far discutere uno stand di Pitti Immagine organizzato come una chiesa con panche e immagini di Cristo in croce vestito alla moda. “Da cristiano – è intervenuto l’on. Gabriele Toccafondi (Pdl) mi sento offeso dall’immagine usata a Pitti. Qualcuno usa i simboli cristiani per farsi pubblicità”.

GUARDA LA FOTOGALLERY

{yoogallery src=[/images/stories/cronaca/pitti]  title=[Pitti Immagine 2011]}

Ultime notizie