giovedì, 24 Settembre 2020
Home Sezioni Cronaca & Politica Renzi: ''Il ministero dei beni...

Renzi: ”Il ministero dei beni culturali non funziona”

Il sindaco di Firenze dice la sua in occasione di Florens: nel Salone de' Cinquecento c'era anche il ministro dei beni culturali Lorenzo Ornaghi. Su Twitter: ''Il ministero dei beni culturali è vittima dei burocrati. Bisogna avere il coraggio di dirlo. E cambiare''.

-

“Scontro” sul ministero dei beni culturali in occasione di Florens.

FLORENS. Oggi a Firenze, nel Salone de’ Cinquecento, era presente il ministro dei beni culturali Lorenzo Ornaghi. E il “padrone di casa”, il sindaco Renzi non le ha mandate a dire, ribadendo poi il concetto su Twitter. “Il ministero dei beni culturali non funziona, è vittima dei burocrati. Bisogna avere il coraggio di dirlo. E cambiare”, scrive Renzi. Ma non solo.

RENZI. “In 10 anni hanno tagliato il 30% dei fondi pubblici. Assurdo. Il Governo non deve spendere meno, deve spendere meglio”, aggiunge. E ancora: “Non avremo mai fondi privati se non cambiamo regime fiscale,sul modello americano. Oppure continuiamo col tremontismo?”.

IL MINISTRO. Concetti, quelli espressi da Renzi, cui il ministro non ha potuto rispondere dirattamente, perché al momento di prendere la parola il sindaco se ne era già andato. ”Il signor sindacoè’ assente, se fosse stato presente lo avrei innanzitutto intrattenuto su una questione filologica”, ha detto il ministro Ornaghi, come riportato dall’Ansa.

Ultime notizie

Maglieria uomo, tutte le novità per l’autunno

È arrivato il momento del cambio di stagione: i consigli su come "rinfrescare" il proprio guardaroba

Firenze Marathon 2020 annullata, la maratona torna nel 2021

Quando si terrà la 37esima edizione della gara e cosa succede per chi ha già fatto l'iscrizione

Giornate europee del patrimonio 2020: musei a 1 euro a Firenze e in Toscana

Visite guidate gratis, eventi e aperture serali dei musei a un prezzo simbolico: cosa vedere in Toscana per le Gep 2020

Corri la vita 2020, qual è il colore della maglia e come funziona la “gara”

La corsa benefica cambia, ma si svolgerà comunque. Percorso "individuale", musei gratis e prenotazioni online: ecco tutte le novità della 18esima edizione