lunedì, 28 Settembre 2020
Home Sezioni Cronaca & Politica Rificolona, cambia la viabilità

Rificolona, cambia la viabilità

Come da tradizione, domenica 7 settembre si celebrerà la festa della Rificolona. Molte le iniziative organizzate dall'amministrazione comunale, dai Quartieri e da diverse associazioni: iniziative che comporteranno però anche alcuni provvedimenti di viabilità. Ecco quali.

-

Si inizia sabato 6 settembre, con prosecuzione anche domenica 7, con la Rificolona di Ponte a Mensola. Dalle 18 alle 23.30 scatterà la chiusura di via Madonna delle Grazie nel tratto da via D’Annunzio a via al torrente Mensola. Ma il clou delle iniziative è previsto per domenica 7 settembre.

Oltre al corteo che si svolgerà in centro (con partenza in piazza Santa Croce e arrivo in piazza Santissima Annunziata) con divieti di transito al passaggio dalle 20 a mezzanotte, sono in programma le feste alle Cure, al Galluzzo e a Ponte a Ema. Per quanto riguarda le Cure, dalle 20 a mezzanotte sarà istituito un divieto di transito in piazza delle Cure, via Boccaccio e via Sacchetti.

Al Galluzzo è prevista invece la chiusura di via del Podestà da via Cremani a piazza Acciaiuoli (dalle 19 alle 23.30), mentre a Ponte a Ema il corteo si snoderà da via Chiantigiana a via Longo con divieti di transiti al passaggio a partire dalle 21.

Ultime notizie

Bonus tv, come richiederlo: modulo pdf per televisione e decoder DVB-T2

Addio al vecchio televisore o al vecchio decoder: in arrivo un nuovo standard di trasmissione del digitale terrestre. Per le famiglie a basso reddito c'è però un voucher per compare nuovi apparecchi

“Cambiare l’acqua ai fiori” di Valerie Perrin. La recensione

Se nei primi capitoli vi sembrerà di saggiare l’acqua con i piedi sul bagnasciuga, scoprirete, man mano che andate avanti, di trovarvi sempre più a largo, nel mare aperto dell’esistenza di Violette

La Fiorentina si fa rimontare e perde a San Siro

Ribery meraviglioso. Disastro Vlahovic

L’Orchestra della Toscana riparte da 20 Intermezzi

Tra la stagione scorsa interrotta dal coronavirus e la prossima ancora da definire, l’Orchestra regionale della Toscana torna sul palco del Verdi con un programma di concerti per l’autunno. 500 i posti disponibili