sabato, 28 Novembre 2020
Home Sezioni Cronaca & Politica Rivoluzione della luce a Firenze...

Rivoluzione della luce a Firenze in arrivo lampioni led

Al via i lavori per installare 30mila luci a led. A Firenze i lampioni resteranno accesi per tutta la notte. Aumenta la 'luce', ma la bolletta energetica sarà più leggera per Palazzo Vecchio

-

Firenze si illumina ancora, e questa volta non sono gli addobbi natalizi ad aggiungere luce alla città toscana. Si tratta infatti di un intervento duraturo che andrà a coinvolgere 1.572 strade, piazze e giardini di tutti i quartieri fiorentini. 30mila luci a led andranno a sostituire gli attuali lampioni stradali a vapori di sodio e mercurio.

Il progetto messo a punto dal Comune di Firenze in collaborazione con SILFI spa è stato finanziato, quasi interamente con fondi comunitari PONmetro. L’illuminazione attuale di tutta la città verrà, a seguito dell’intervento, completamente rivoluzionata. Le novità messe a punto dal progetto mirano al soddisfacimento di quattro principali obiettivi: una maggiore sicurezza, più smart city e una netta diminuzione di consumi ed emissioni di CO2.

Più visibilità

La luce bianca caratteristica del led infatti, grazie all’alta resa cromatica, permetterà di migliorare la  visibilità notturna garantendo inoltre una nitida percezione dei colori. Niente più nebbia arancione per chi viaggia di notte, tutto sarà più nitido e visibile a vantaggio della sicurezza stradale. E se alle 23.15 passando sulla carreggiata anche voi siete stati talvolta sorpresi dall’ondata di buio improvvisa con conseguente peggioramento delle condizioni di guida a breve non vi accadrà più. Infatti i nuovi corpi illuminati resteranno accesi, tutti, fino alle prime luci dell’alba.

Ma non è tutto, perché i nuovi led hanno un valore aggiunto; all’interno di ogni corpo illuminante sarà installato un “soket” (punto di connessione elettrica), grazie al quale potranno essere implementati nuovi strumenti per il monitoraggio ambientale o acustico della città oltre a possibili nuovi servizi per i cittadini.

Aumenta la “luce”, ma diminuiscono i consumi

Nonostante la quantità di luce venga incrementata i consumi vedranno un netto taglio: si prevede una riduzione della bolletta elettrica cittadina di circa 2,2 milioni di euro. Inoltre grazie alla qualità dei nuovi led si prevede una sostanziosa riduzione dei costi di manutenzione e del numero dei guasti.

Non manca mai un occhio di riguardo anche all’ambiente, così i nuovi impianti garantiscono una riduzione delle emissioni di CO2 data dal minor fabbisogno energetico. E “oltre alla strada si vedranno meglio anche le stelle” scherza il presidente di Silfi Matteo Casanovi per sottolineare la riduzione dell’inquinamento luminoso, niente più dispersione di luce verso l’alto, il led punterà esclusivamente sulla superficie stradale.

Il termine dei lavori è previsto per la fine delle vacanze estive, verso il termine del mese di agosto.
“Firenze avrà più luce, di miglior qualità e di minor impatto ambientale, in linea con le grandi capitali europee”, spiega il sindaco Dario Nardella.

Ultime notizie

La Fiorentina sfida la capolista Milan: le probabili formazioni

Prandelli cerca la prima vittoria in campionato. Tornano Ribéry e Callejón: le probabili formazioni di Milan - Fiorentina

Decreto ristori quater: quando esce il testo in Gazzetta Ufficiale (pdf)

In arrivo il quarto provvedimento con i ristori per le attività danneggiate dal Covid: il testo del decreto sarà pubblicato in Gazzetta Ufficiale nel giro di pochi giorni

Quanti contagiati oggi in Italia: salgono i guariti, restano altissimi i decessi

I dati del 27 novembre sui nuovi casi di coronavirus: quanti contagiati da Covid-19 ci sono oggi in Italia?

“Il guardiano dei coccodrilli” di Katrine Engberg, la recensione

Un libro dallo stile frizzante ed ironico che ci farà calare nelle atmosfere di Copenaghen sin dalle prime pagine e i cui personaggi, alla fine, ci mancheranno