lunedì, 24 Gennaio 2022
HomeSezioniCronaca & PoliticaRoberta Ragusa, al setaccio i...

Roberta Ragusa, al setaccio i boschi del pisano per cercare la donna scomparsa

Alcuni dei luoghi battuti in queste ore sono già stati ispezionati dai carabinieri del nucleo investigativo, che sono alla ricerca da mesi di qualsiasi indizio che possa ricondurre alla donna scomparsa il 14 gennaio di quest'anno.

-

Sono riprese le ricerche di Roberta Ragusa, stavolta nei boschi intorno a San Giuliano Terme, nei luoghi conosciuti da Antonio Logli, marito della donna, indagato per omicidio volontario.

ALLA RICERCA NEI BOSCHI. Alcuni dei luoghi battuti in queste ore erano già stati ispezionati dai carabinieri del nucleo investigativo che sono alla ricerca da mesi di qualsiasi indizio che possa ricondurre alla donna scomparsa il 14 gennaio di quest’anno. Omicidio, suicidio e allontanamento volontario, queste sono le tre piste che gli inquirenti stanno seguendo, ma la prima continua ad essere la più accreditata.

UNICO INDAGATO IL MARITO. Nel frattempo, l’unico indagato rimane il marito di Roberta Ragusa, anche se a suo carico sono stati riscontrati pochissimi indizi. I boschi della montagna pisana potrebbero nascondere qualcosa? Chi può dirlo, intanto gli agenti non demordono e continuano le loro ricerche. Con la speranza di riuscire a mettere un punto alla vicenda.

Ultime notizie