lunedì, 1 Giugno 2020
Home Sezioni Cronaca & Politica Saldi estivi 2020: quando iniziano?...

Saldi estivi 2020: quando iniziano? Più tardi, date posticipate

Shopping scontato quasi un mese dopo, ma qualche Regione apre a delle promozioni in anticipo sulla merce invenduta per il lockdown

-

Non più a luglio, ma svendite di fine stagione rinviate sotto il Solleone. L’onda lunga del coronavirus travolge anche il mondo del’abbigliamento e del commercio al dettaglio e così il calendario degli sconti cambia: le date di inizio e fine dei saldi estivi 2020 saranno posticipate. Lo ha stabilito la Conferenza delle Regioni, presieduta da Stefano Bonaccini, che dopo le sollecitazioni arrivate da vari assessori alle attività produttive ha invitato tutte le Regioni e le province autonome a seguire una linea comune in questo campo.

Quando iniziano i saldi estivi 2020: le date di inizio e fine

La data ipotizzata per la partenza dei saldi estivi in tutta Italia è sabato 1° agosto 2020, quasi un mese dopo il normale inizio degli sconti. Per quanto riguarda la conclusione non è stato fissato un giorno preciso, ma in genere le svendite finiscono nel giro di 60 giorni.

Perché i saldi vengono posticipati?

Il motivo di questo rinvio dello shopping scontato? L’emergenza sanitaria in atto per il Covid-19 e “le conseguenti misure”, spiega la Conferenza delle Regioni in una nota. Difficile infatti gestire gli acquisti forsennati che generano i saldi (e i conseguenti assembramenti nei negozi e nei grandi magazzini) in un momento dominato dalla paura di contagio. Sempre che le famiglie abbiano abbastanza soldi da spendere. Andrà poi capito, quali saranno le limitazioni e le regole per il commercio nei mesi estivi, dalla gestione dei flussi di clienti, alla distanza di sicurezza, fino alla sanificazione dei vestiti.

Alcune Regioni hanno già risposto all’appello. In Liguria è stato deciso un inizio dei saldi estivi a doppio binario: le svendite ufficiali cominceranno il 1° agosto 2020, invece che il 4 luglio come inizialmente previsto, ma nei 40 giorni precedenti (quindi già da fine giugno) i commercianti potranno fare promozioni sulla merce non venduta, ad esempio sui capi di abbigliamento rimasti nei magazzini a seguito della chiusura per il lockdown da coronavirus.

Altre Regioni, come la Lombardia, ci stanno pensando, mentre in Toscana ben prima dell’emergenza coronavirus era partito un confronto con i commercianti per valutare se spostare in avanti l’inizio dei saldi estivi e aiutare così un settore messo a dura prova dal clima pazzo degli ultimi anni, oltre che dalla concorrenza dell’online, da Amazon a Zalando.

Ultime notizie

Mascherine gratuite, in Toscana la distribuzione si sposta in edicola

Stop alla distribuzione nelle farmacie, dal 5 giugno le mascherine gratuite si trovano in edicola: come funziona e quante ne spetta a testa

Centri estivi 2020, le linee guida della Regione Toscana

Dal distanziamento al numero di operatori, ecco le linee guida 2020 per i gestori di centri estivi in Toscana: l'ordinanza 61 della Regione

Centri estivi 2020 del Comune di Firenze, iscrizione al via

Sono 28 i centri estivi organizzati dal Comune di Firenze nei cinque Quartieri: domande di iscrizione online dal 1° all'8 giugno

Spiagge libere, le regole per l’estate 2020 della Regione Toscana

Mascherina, distanza tra gli ombrelloni ma niente prenotazione: l'ordinanza 61 della Regione Toscana detta le regole per le spiagge libere