mercoledì, 25 Novembre 2020
Home Sezioni Cronaca & Politica Salgono frutta, abbigliamento e alberghi:...

Salgono frutta, abbigliamento e alberghi: cresce l’inflazione a Firenze

Ad agosto era stato possibile tirare un sospiro di sollievo, ma nel mese di Settembre in città i prezzi sono tornati a salire.

-

Sale l’inflazione in città: ad aumentare sono l’abbigliamento da uomo, il cibo e servizi di ristorazione. Bene invece i prezzi per trasporti e pacchetti vacanza.

IL CAMPIONE. L’ufficio comunale di statistica ha svolto la ricerca dal 1° al 21 di settembre su oltre novecento punti vendita appartenenti sia alla grande distribuzione sia alla distribuzione tradizionale, analizzando undicimila prezzi di oltre novecento prodotti.

L’AUMENTANO. Secondo questa ricerca si è registrata una variazione mensile del +0,3% (mentre ad agosto era -0,1%). A contribuire a questo dato sono stati, rispetto al mese precedente, gli aumenti dei prezzi registrati nei comparti dei prodotti alimentari, di bevande analcoliche (+0,8%), di abbigliamento e calzature (+0,9%) e nei servizi di ristorazione (+1,9%).

LE CAUSE. L’aumento mensile dei prodotti alimentari e delle bevande analcoliche è causato principalmente dagli incrementi della frutta (+3,3% rispetto ad agosto e +10,1% rispetto a settembre 2011) e dei vegetali (+3,8% rispetto ad agosto). Nel settore dell’abbigliamento sono in aumento, invece, soprattutto gli indumenti per uomo (+2,7%) e i servizi di lavanderia (+1,1% rispetto al mese precedente e +4,3% rispetto a settembre 2011). Nello specifico salgono i prezzi di cappotti e giacche (+2,3%), camicie, t-shirt e polo (+4,7%) e il pullover (+11,7%), tutto questo nel comparto maschile. Nei servizi ricettivi e di ristorazione sono in aumento +7,8% i servizi di alloggio (alberghi, motel, pensioni e simili, campeggi ecc) .

CHI SCENDE. In diminuzione invece i prezzi che riguardano i settori dei trasporti (-0,5%) e quello di spettacoli e cultura (-0,8%).  In calo soprattutto il trasporto aereo di -26,4% e del trasporto marittimo di -33,6%, solo in parte compensato dall’aumento di +4,0% dei carburanti e lubrificanti. Per quanto riguarda invece l’aspetto ricreativo, ci sono stati vistosi cali registrati dai pacchetti vacanza nazionali (-31,7%) e dai pacchetti vacanza internazionali (-15,7%).

Ultime notizie

Babbo Natale passa anche col Covid? I consigli della psicologa del Meyer

Tanti bambini chiedono se Babbo Natale passerà anche quest'anno, nonostante il coronavirus. Il Reporter ha chiesto consiglio a una psicologa infantile del Meyer su come vivere queste strane feste insieme ai più piccoli

Quanti contagiati oggi in Italia: record di morti e casi in aumento

I dati del 24 novembre sui nuovi casi di coronavirus: quanti contagiati da Covid-19 ci sono oggi in Italia?

Covid Toscana 24 novembre: contagi sotto quota 1.000. I dati del bollettino

Giù nuovi contagi, ricoverati e persone attualmente positive. Resta alto il numero dei morti. I principali del del bollettino Covid della Regione Toscana, aggiornato al 24 novembre 2020

Dove si può viaggiare nonostante il Covid

Sembra strano, ma andare all'estero è ancora possibile: i paesi dove si può viaggiare e le regole in vigore fino al 3 dicembre