mercoledì, 4 Agosto 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaSposi per soldi, scoperti

Sposi per soldi, scoperti

matrimonio di convenienza tra 61enne fiorentina e 31enne albanese

-

Matrimoni congegnati ad arte al solo scopo di procurare ai clandestini i presupposti legali per ottenere il permesso di soggiorno. Una pratica che sta diventando sempre più diffusa. L’ultimo caso scoperto ieri a Firenze. Una donna fiorentina di 61 anni, ha accettato di sposare un albanese di 31 anni, clandestino, in cambio di 3mila euro. Ieri pomeriggio, l’albanese, appreso che nella mattinata gli agenti lo stavano cercando, si è presentato al dirigente dell’ufficio immigrazione, accompagnato dalla sessantunenne, che asseriva di essere la sua fidanzata.

Dai primi accertamenti, avviati dagli uomini del vice questore Fabio Pocek della squadra mobile, è emerso che l’albanese si era impegnato a versare alla donna 3 mila euro, di cui 1.500 già consegnati all’atto delle pubblicazioni del matrimonio e la rimanenza da saldare dopo la celebrazione del matrimonio civile fissato per il 30 agosto.

Il vice questore Agnese Pane ha avviato immediatamente le pratiche per l’espulsione e nella stessa serata di ieri l’albanese, scortato da due agenti, è stato accompagnato al centro di permanenza temporanea di Bari per essere rimpatriato

Il Questore di Firenze, Francesco Tagliente ha quindi deciso, di fronte all’aumentare del fenomeno dei “matrimoni di comodo”, di chiedere ai sindaci di segnalare alla questura i casi di matrimoni ritenuti sospetti di convenienza. La mobile e l’ufficio immigrazione della Questura hanno già avviato delle indagini anche su altri matrimoni ritenuti di convenienza tra giovani stranieri clandestini con storie giudiziarie alle spalle, e cittadini italiani avanti con gli anni o con problemi che richiedono l’intervento dei servizi sociali.

Ultime notizie