mercoledì, 17 Luglio 2024
- Pubblicità -
HomeSezioniCronaca & PoliticaPer i lavori allo stadio...

Per i lavori allo stadio di Firenze rispuntano i 55 milioni

L'annuncio del sindaco Nardella: "confermata la quota di 55 milioni che era stata definanziata in precedenza". Si apre una nuova fase per la riqualificazione del Franchi

-

- Pubblicità -

Prima l’ok al prolungamento dei lavori fino al 2028 che consentirà alla Fiorentina di giocare al Franchi anche durante i cantieri, poi l’annuncio del “ritorno” dei 55 milioni di euro per la riqualificazione dello stadio di Firenze. Arrivano buone notizie per il progetto di recupero dell’impianto sportivo di Campo di Marte. “C’è una straordinaria novità, direi clamorosa. Abbiamo visionato il decreto legge 19/2024 riguardante le nuove norme del Pnrr e nell’allegato tre che riguarda i fondi legati alle Città metropolitane è confermata la quota di 55 milioni che era stata definanziata in precedenza“, ha detto il sindaco Dario Nardella in una conferenza stampa convocata a margine della giunta.

Cosa cambia per i lavori allo stadio di Firenze

Si riaffaccia quindi la possibilità di finire tutte le opere di recupero, così come previste nel progetto iniziale. Nardella ha spiegato che nei prossimi giorni incontrerà i ministri per verificare come utilizzare queste risorse. “Noi abbiamo sempre parlato del ‘modello Venezia’ – ha chiarito il primo cittadino – e cioè del fatto che le risorse sono state destinate ad altri progetti liberando così una cifra dello stesso importo da trasferire sulla realizzazione dello stadio e quindi, se ci sono le condizioni per applicare la stessa soluzione applicata a Venezia, come noi abbiamo sempre chiesto, siamo le persone più felici del mondo”.

- Pubblicità -

I primi interventi, quelli che precedono i cantieri veri e propri, sono già scattati in questi giorni con la demolizione del tabellone segnapunti, mentre nella prossima stagione sarà interessato il settore della Curva Fiesole. I 55 milioni, stralciati inizialmente, sono destinati tra le altre cose anche al completamento della copertura. “Ovviamente – ha aggiunto Nardela – riconosco al governo di avere risposto positivamente alle nostre sollecitazioni, ringrazio i ministri che si sono impegnati in tal senso, io sono pronto a confermare massima collaborazione”.

La Fiorentina potrà giocare allo stadio Franchi

Nel giorni scorsi è arrivato anche il via libera del governo alla possibilità di spalmare su altri due anni i fondi per i lavori allo stadio di Firenze, previsti all’interno del Pnc (piano nazionale complementare), permettendo di far slittare la fine dei cantieri dal 2026 al 2028. Questo cambiamento nei tempi consentirà quindi alla Fiorentina, se il club viola lo vorrà, di giocare al Franchi fino al 2028, senza bisogno di spostarsi all’impianto di rugby Padovani. Intanto lo stadio di Firenze è nella rosa degli impianti sportivi in lizza per ospitare le partire degli Europei di calcio 2032.

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Ultime notizie

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -