venerdì, 25 Giugno 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaStrade, 3 milioni per la...

Strade, 3 milioni per la messa in sicurezza di quelle toscane

Lo spettacolo teatrale 'È sbandato l'uomo ragno' e il progetto 'Ro.Sa.Ma.S - Road safety management system', piano di gestione per la sicurezza stradale, sono due delle 26 proposte presentate dagli enti locali che riceveranno i 3.391.517 di euro di finanziamenti statali affidati alla Regione Toscana per l'attuazione del Piano nazionale della sicurezza stradale.

-

Le risorse sono state assegnate attraverso un bando rivolto agli enti locali realizzato in collaborazione con Upi ed Anci Toscana. Le risorse dovrebbero produrre sul territorio un effetto moltiplicatore pari a oltre 8 milioni. I lavori dovranno partire entro 18 mesi e concludersi entro i 24 mesi successivi, pena la revoca dei finanziamenti.

La Commissione tecnica ha inoltre ritenuto opportuno, per alcuni progetti, scorporare parte del costo totale della proposta presentata rideterminando il finanziamento ammissibile. I progetti individuati sono il “Ro.Sa.Ma.S.” della provincia di Pisa che ha un costo totale rideterminato di 170.000 euro con finanziamento ammissibile pari a 68.000 euro, il “Progetto integrato inerente la messa in sicurezza dei centri abitati interessati dal tracciato stradale S.R. n. 2 Cassia e del tratto interno al capoluogo nonché arterie principali” del comune di Monteroni d’Arbia che ha un costo totale rideterminato di 277.385,64 euro ed un finanziamento regionale ammissibile pari a 110.954,26 euro, il progetto “Messa in sicurezza della viabilità urbana del capoluogo con particolare riferimento alla viabilità pedonale e all’abbattimento delle barriere architettoniche” del comune di Castenuovo Berardenga che ha un costo totale di 240.000 di euro e riceverà un finanziamento di 96.000 euro.

Tra i progetti finanziati, “Sirss”, che prevede la realizzazione di un sistema informativo sull’incidentalità in Toscana a cura della provincia di Arezzo, “Leopoldo II” mirato alla sicurezza e compatibilità ambientale della viabilità ordinaria presentato dalla Provincia di Lucca, oltre alle opere di miglioramento delle condizioni di sicurezza della viabilità urbana in diversi comuni toscani, quindi marciapiedi ed opere stradali per la sicurezza dei pedoni. I comuni interessati sono: Rosignano, Minucciano, Grosseto, Castefiorentino, Massa e Cozzile, Pelago, uzzano, Pescia, Pistoia, Radicofani, Chiusi, Poggibonsi, San Piero a Sieve e Pisa.

Ultime notizie