lunedì, 27 Gennaio 2020
Home Sezioni Cronaca & Politica Terremoto Mugello: l’analisi dell’Ingv dal...

Terremoto Mugello: l’analisi dell’Ingv dal 1919 in poi

L'Istituto nazionale di Geofisica e di Vulcanologia ha pubblicato una prima analisi degli eventi sismici che si sono verificati in Mugello nella notte tra l'8 e il 9 dicembre 2019

-

Le scosse nella notte tra l’8 e il 9 dicembre 2019 e il terremoto nel Mugello del 1919: i primi dati sono contenuti nell’analisi pubblicata dall’Ingv, l’Istituto nazionale di Geofisica e di Vulcanologia, l’ente di riferimento per quanto riguarda le rilevazioni e gli studi sismografici.

Il terremoto del 9 dicembre 2019

La scossa più forte registrata tra l’8 e il 9 dicembre è quella di magnitudo 4.5 che si è verificata alle ore 4.37 a una profondità di 9 chilometri, con epicentro a 25 chilometri da Firenze tra i comuni di Scarperia e San Piero e Barberino di Mugello, dove si sono registrati i maggiori danni agli edifici. Il terremoto del Mugello è stato preceduto da una serie di eventi sismici durante la notte tra l’8 e il 9 dicembre 2019, in particolare dalle 20.38 del giorno della festa dell’Immacolata sono avvenute 25 scosse, con una magnitudo compresa tra 1 e 3.4.

Il più forte per l’Ingv: il terremoto del 1919 in Mugello

Secondo l’analisi dell’Ingv, i due eventi sismici del passato più intensi e vicini all’area del terremoto del 9 dicembre 2019 risalgono a un secolo fa e a quasi 500 anni fa. Nel 1542 nella zona ci fu un forte sisma, che secondo le stime degli studiosi ebbe una magnitudo di circa 6.0, mentre il terremoto registrato il 29 giugno 1919 nel Mugello, con una magnitudo di 6.4, fu uno dei più importanti in Italia nel ventesimo secolo e uno dei più forti ad oggi conosciuti con epicentro nell’Appennino settentrionale.

Le scosse più recenti

L’Ingv ha ricostruito poi la sequenza di scosse sismiche nel Mugello negli ultimi anni, eccole in sintesi:

  • 1 marzo 2008: si sono registrati due terremoti di 4.5 e 4.0, dando vita a una sequenza sismica con 180 scosse nel mese di marzo
  • 14 settembre 2009: terremoto di magnitudo 4.2 e uno sciame sismico con circa 70 scosse
  • 23 gennaio 2015: si è verificato un evento sismico di magnitudo 4.3 più a nord, tra le province di Prato e Bologna, con epicentro a Castiglion dei Pepoli

Classificazione sismica del  Mugello, le zone e la pericolosità

L’area del Mugello, spiegano gli esperti dell’Ingv, è caratterizzata da alta pericolosità sismica. In particolare, secondo la mappa della classificazione sismica della Regione Toscana, ricadono nella zona sismica 2 i comuni di: Barberino di Mugello, Scarperia, Vaglia, Borgo San Lorenzo, Vicchio, Firenzuola, Marradi, Palazzuolo sul Senio, Dicomano, Londa, San Godenzo, Londa e Rufina.

Mugello mappa sismica Regione Toscana
La mappa sismica della Regione Toscana per la zona del Mugello e per l’area fiorentina

Ultimi articoli

Giusto pareggio tra Fiorentina e Genoa

Se c’è una squadra che deve recriminare è quello rossoblù dato che Criscito ha sbagliato un rigore. Ottima la prova di Dragowski. Ricordato Narciso Parigi

Fiorentina Genoa dove vederla: Sky o Dazn?

Una partita da non perdere quella in programma sabato 25 gennaio alle ore 18 tra Fiorentina e Genoa: ma dove vederla, su Sky o Dazn?

É morto Narciso Parigi

È morto Narciso Parigi, una giornata di lutto per tutti i fioretini: cantautore, attore e autore dell'inno della Fiorentina. È scomparso all'età di 92 anni nella casa dove abitava.

Firenze di sera: 10 locali notturni dove andare

Dimmi chi sei e ti dirò che notte passare. Guida "alternativa" ai club e locali della città, tra il centro e la periferia

Utilizziamo i cookie per offrirvi una migliore esperienza online, analizzare il traffico del sito e personalizzare i contenuti. Dando il vostro consenso, ne accettate l'uso in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

In order to use this website we use the following technically required cookies
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Per motivi di perfomance, utilizziamo Cloudflare come rete CDN. Questo salva un cookie "__cfduid" per applicare le impostazioni di sicurezza per ogni client. Questo cookie è strettamente necessario per le funzionalità di sicurezza di Cloudflare e non può essere disattivato.
  • __cfduid

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi