mercoledì, 28 Ottobre 2020
Home Sezioni Cronaca & Politica Terremoto Mugello: l’analisi dell’Ingv dal...

Terremoto Mugello: l’analisi dell’Ingv dal 1919 in poi

L'Istituto nazionale di Geofisica e di Vulcanologia ha pubblicato una prima analisi degli eventi sismici che si sono verificati in Mugello nella notte tra l'8 e il 9 dicembre 2019

-

Le scosse nella notte tra l’8 e il 9 dicembre 2019 e il terremoto nel Mugello del 1919: i primi dati sono contenuti nell’analisi pubblicata dall’Ingv, l’Istituto nazionale di Geofisica e di Vulcanologia, l’ente di riferimento per quanto riguarda le rilevazioni e gli studi sismografici.

Il terremoto del 9 dicembre 2019

La scossa più forte registrata tra l’8 e il 9 dicembre è quella di magnitudo 4.5 che si è verificata alle ore 4.37 a una profondità di 9 chilometri, con epicentro a 25 chilometri da Firenze tra i comuni di Scarperia e San Piero e Barberino di Mugello, dove si sono registrati i maggiori danni agli edifici. Il terremoto del Mugello è stato preceduto da una serie di eventi sismici durante la notte tra l’8 e il 9 dicembre 2019, in particolare dalle 20.38 del giorno della festa dell’Immacolata sono avvenute 25 scosse, con una magnitudo compresa tra 1 e 3.4.

Il più forte per l’Ingv: il terremoto del 1919 in Mugello

Secondo l’analisi dell’Ingv, i due eventi sismici del passato più intensi e vicini all’area del terremoto del 9 dicembre 2019 risalgono a un secolo fa e a quasi 500 anni fa. Nel 1542 nella zona ci fu un forte sisma, che secondo le stime degli studiosi ebbe una magnitudo di circa 6.0, mentre il terremoto registrato il 29 giugno 1919 nel Mugello, con una magnitudo di 6.4, fu uno dei più importanti in Italia nel ventesimo secolo e uno dei più forti ad oggi conosciuti con epicentro nell’Appennino settentrionale.

Le scosse più recenti

L’Ingv ha ricostruito poi la sequenza di scosse sismiche nel Mugello negli ultimi anni, eccole in sintesi:

  • 1 marzo 2008: si sono registrati due terremoti di 4.5 e 4.0, dando vita a una sequenza sismica con 180 scosse nel mese di marzo
  • 14 settembre 2009: terremoto di magnitudo 4.2 e uno sciame sismico con circa 70 scosse
  • 23 gennaio 2015: si è verificato un evento sismico di magnitudo 4.3 più a nord, tra le province di Prato e Bologna, con epicentro a Castiglion dei Pepoli

Classificazione sismica del  Mugello, le zone e la pericolosità

L’area del Mugello, spiegano gli esperti dell’Ingv, è caratterizzata da alta pericolosità sismica. In particolare, secondo la mappa della classificazione sismica della Regione Toscana, ricadono nella zona sismica 2 i comuni di: Barberino di Mugello, Scarperia, Vaglia, Borgo San Lorenzo, Vicchio, Firenzuola, Marradi, Palazzuolo sul Senio, Dicomano, Londa, San Godenzo, Londa e Rufina.

Mugello mappa sismica Regione Toscana
La mappa sismica della Regione Toscana per la zona del Mugello e per l’area fiorentina

Ultime notizie

Coprifuoco in Toscana e a Firenze: l’orario e il punto della situazione

Nessun lockdown o coprifuoco a livello regionale, almeno per il momento. Intanto la Regione valuta la riapertura di bar e ristoranti fino alle ore 22

Decreto ristoro: in arrivo sulla Gazzetta Ufficiale il testo in pdf e i codici Ateco

Quando esce in Gazzetta Ufficiale il testo definitivo del decreto legge ristoro di ottobre con i codici Ateco delle attività che riceveranno gli aiuti previsti dal governo

Dl Ristori, nel decreto anche la proroga della cassa integrazione Covid

Nel nuovo dl c'è la proroga di 6 settimane alla cassa integrazione Covid: quali sono i requisiti introdotti dal Decreto ristori

A Brozzi le Missionarie della carità di Madre Teresa di Calcutta

Accolgono i più poveri tra i poveri, vivendo insieme a loro senza chiedere mai niente in cambio. Chi sono le suore dell’Ordine di Madre Teresa di Calcutta