sabato, 20 Aprile 2024
- Pubblicità -
HomeSezioniCronaca & PoliticaTerremoto a Siena: altre 40...

Terremoto a Siena: altre 40 scosse. Scuole chiuse

Sciame sismico con oltre 40 scosse durante la notte. A Siena scuole, università e musei chiusi per i controlli. E la terra ha continuato a tremare anche al mattino

-

- Pubblicità -

Scuole e sedi dell’università chiuse nel territorio comunale di Siena, oggi 9 febbraio 2023, dopo le scosse di terremoto che si stanno registrando dalla nottata e che sono state avvertite anche in zone limitrofe della Toscana. La più forte, di magnitudo 3.5, si è verificata alle ore 21.51 di ieri sera, con epicentro a 1 chilometro dal centro, vicino al cimitero monumentale della Misericordia, a una profondità di 8 chilometri. Le rilevazioni dell’Istituto nazionale di geofisica (Ingv) segnalano adesso uno sciame sismico, con altre 40 scosse di entità minore durante la notte, e repliche durante la mattinata (magnitudo 2.8 alle 8.19 e altre scosse sopra i 2 tra le ore 8 e le 9).

Scuole chiuse, stop ai musei per il terremoto a Siena tra l’8 e il 9 febbraio 2023

Il Comune di Siena ha deciso in via precauzionale la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado, oltre alle sedi universitarie, per la giornata del 9 febbraio, al fine di consentire i controlli alle strutture da parte della polizia municipale e della protezione civile. Chiusi inoltre i musei e la Torre del Mangia, per cui al momento non sono stati evidenziati danni.

- Pubblicità -

I tecnici stanno procedendo nelle verifiche agli edifici – ha scritto su Facebook il governatore della Toscana Eugenio Giani – Grazie a tutte le donne e uomini impegnati al servizio della comunità, restiamo vigili”. Una ventina i controlli in corso dopo segnalazioni arrivate durante la notte ai vigili del fuoco.

Scosse sentite anche nel resto della Toscana

Il terremoto di questa notte con epicentro a Siena è stato avvertito in zone limitrofe della Toscana, con segnalazioni che sono pervenute all’Istituto nazionale di geofisica anche dalla provincia Siena (da Poggibonsi a Colle Val d’Elsa), da Firenze città e dalle aree a sud della Città metropolitana (San Casciano, Castelfiorentino, Certaldo). “In Mugello, nell’ottobre scorso, si è registrata più o meno la stessa magnitudo e lì ci furono danni anche alle strutture”, ha detto il sindaco di Firenze Dario Nardella, in collegamento con la trasmissione Agorà su Rai 3. Il Comune, in un comunicato stampa, ha fatto sapere di essere in allerta con i propri uffici, in particolare Polizia Municipale e Protezione Civile, e ha diffuso i consigli sui buoni comportamenti da adottare per il rischio sismico. Qui la guida su cosa fare in caso di terremoto.

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Ultime notizie

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -