lunedì, 14 Giugno 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaLa Toscana non cambia colore...

La Toscana non cambia colore e resta in zona gialla: fino a quando

I dati fanno ben sperare, possibile zona gialla fino al 6 febbraio: quando cambia colore la Toscana

-

La Toscana non cambia colore, resta in zona gialla fino quando i contagi e gli indicatori Covid sono sotto controllo e quindi almeno per tutto il weekend e la prossima settimana: adesso è ufficiale, scongiurato il rischio della zona arancione. A confermarlo è il presidente della Regione Eugenio Giani al termine della riunione della cabina di regia del Ministero della Salute per decidere un eventuale cambio di colore delle regioni. La crisi di governo infatti non blocca il meccanismo di promozioni e retrocessioni in fasce di rischio, perché la gestione dell’emergenza sanitaria rientra tra i cosiddetti “affari correnti” di cui si deve occupare l’esecutivo dimissionario.

La Toscana non cambia colore?

Sul ponte sventola bandiera gialla, ma quella bianca resta un miraggio. Ad oggi, secondo le ultime stime, la situazione della trasmissibilità del virus in Toscana resta stabile con un indice Rt sotto 1, la soglia che farebbe scattare in automatico il passaggio da zona gialla ad arancione. In leggero peggioramento il grado di rischio, che viene calcolato anche in base alla percentuale di letti occupati negli ospedali e all’incidenza dei positivi, ma che per ora non sarebbe tale da giustificare il salto in zona arancione.

Il presidente della Regione Eugenio Giani in un posto su Facebook ha annunciato che la Toscana resta in zona gialla per un’altra settimana almeno. “Ho appena parlato con il Ministro Speranza: mi ha ufficializzato che la Toscana sarà ancora zona gialla. Continuiamo così, manteniamo la responsabilità che ci appartiene e impegniamoci ogni giorno per diminuire sempre più i contagi. La #ToscanasiCura dipende da ciascuno di noi, coraggio!”. A confermare la classificazione sono i dati del monitoraggio settimanale dell’Istituto Superiore di Sanità.

Fino a quando la Toscana resta in zona gialla

Un’altra settimana di restrizioni leggere sembra assicurata. Che sia l’ultima, almeno per un po’? Fare previsioni adesso è azzardato. La Toscana resta in zona gialla fino a sabato 6 febbraio, ma è ancora del tutto prematuro immaginare fino a quando ci resterà oltre.

Gli indici da tenere d’occhio sono essenzialmente di due categorie. Quelli che riguardano l’andamento del contagio, nei quali la Toscana continua ad avere valori tra i migliori delle regioni d’Italia. I dati di ieri, nonostante l’aumento dei casi, indicavano il secondo miglior tasso di positivi per 100 mila abitanti d’Italia (13,46), dietro soltanto alla Basilicata. La percentuale di nuovi positivi sui tamponi effettuati era poi nettamente la più bassa registrata in tutta Italia, il 2,96%.

D’altro canto ci sono i dati che fotografano la situazione ospedaliera per i quali non si registra ancora una netta inversione di tendenza. I pazienti ricoverati negli ospedali sono 779, di cui 103 in terapia intensiva.

Lo scenario più sicuro al momento è quello di arrivare fino a sabato 6 febbraio, per il resto la Toscana resta in zona gialla fino a quando riuscirà a confermare questo andamento. E, auspicabilmente, se al contempo vedrà abbassarsi la pressione sui propri ospedali Covid.

Ultime notizie