sabato, 24 Luglio 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaToscana: quando torna in zona...

Toscana: quando torna in zona gialla, dal 4 dicembre?

La Toscana torna in zona gialla dal 4 dicembre? Ecco cosa cambia nel granducato a partire da questo fine settimana

-

Zona rossa addio, la nostra regione si prepara a fare uno scatto e a tornare in zona arancione, già dal 4 dicembre secondo quanto auspicato dal governatore Eugenio Giani, ma questo salto potrebbe essere ancora più lungo e far passare la Toscana in zona gialla, quando i dati incoraggianti sulla situazione del Covid si consolideranno ulteriormente. E mentre si attende il nuovo Dpcm, molti presidenti di Regione chiedono un cambiamento del meccanismo di classificazione delle varie aree d’Italia.

Toscana in zona arancione o gialla, quando?

La curva dei contagi negli ultimi giorni è andata pian piano migliorando, il numero dei positivi al coronavirus sta sensibilmente diminuendo in relazione al numero di tamponi effettuati, mentre l’indice Rt sta scendendo, e questo permetterà alla regione di fare un balzo in avanti a partire dal 4 dicembre. Questa è la prima data utile per l’ordinanza del Ministro Speranza che potrebbe promuovere la Toscana in zona arancione, con regole meno stringenti per gli spostamenti all’interno del proprio comune e la riapertura dei negozi di beni non essenziali.

Ancora pochi giorni dunque e la morsa sulla Toscana comincerà ad allentarsi, garantendo un passo avanti verso la normalità. Un passo dunque, e non due: il che significa che dal 4 dicembre – dati permettendo – il granducato dovrebbe tornare a essere arancione per poi sperare di diventare gialla due settimane dopo, ovvero a partire dal weekend del 19 dicembre, immediatamente prima del Natale.

Gialla in anticipo, il “piano” del presidente Giani

Ma il governatore Eugenio Giani gioca d’anticipo e – confermato l’andamento positivo dei dati – vorrebbe anticipare di una settimana l’entrata della Toscana nella zona gialla. Oggi tutti i presidenti di Regione incontrano il ministro Francesco Boccia e Giani preme per superare la “logica dei 14 giorni”, imposta dal dpcm del 3 novembre cercando di azzerarla e in qualche modo “contrarla” ad una settimana dopo il 3 dicembre, con il nuovo decreto.

In questo modo, l’economia prenderebbe respiro approfittando dello shopping natalizio. E anche se le immagini con gli assembramenti per le strade delle grandi città italiane destano preoccupazione, Giani invita ad una presa di responsabilità collettiva, per il bene della Toscana.

Ultime notizie