Tramvia, un nome per la linea 4: Nardella lancia il sondaggio

Un sondaggio per dare un nome alla linea 4 della tramvia. È il sindaco Dario Nardella, attraverso la sua pagina Facebook, a chiedere ai cittadini come si chiameranno i mezzi che collegheranno la stazione Leopolda alle Piagge.

Dopo Leonardo da Vinci, per la linea T1 e Amerigo Vespucci, per la T2, è la volta di Dante, Michelangelo, Giotto, Elettrice Palatina e Caterina de’ Medici. Come già fatto per le altre linee, il primo cittadino lancia il sondaggio via social e anche stavolta le opzioni sono legate a grandi personaggi della storia e della cultura di Firenze. Le scelte variano dal “sommo poeta” Dante Alighieri a due maestri dell’arte, Michelangelo Buonarroti autore di una delle sculture emblema del Rinascimento, il David o ancora Giotto, pittore e architetto, a cui si deve nientemeno che il progetto del campanile del Duomo. Ancora, due personaggi femminili, entrambe della casata medicea. La “Regina di Francia” Caterina de’ Medici oppure l’Elettrice palatina, senza il cui contributo forse Firenze non sarebbe la città d’arte ammirata che è – fu lei, nel suo testamento, a lasciare allo stato toscano l’incredibile collezione di famiglia.

Proprio ieri al Teatro delle Spiagge in via del Pesciolino il sindaco Dario Nardella ha presentato il progetto della linea 4, “una linea molto importante, collega il centro di Firenze alle Piagge e, con un secondo lotto arriverà fino a Campi Bisenzio”, ha spiegato. I lavori inizieranno nel 2020: trenta mesi di cantieri praticamente “a impatto zero” perché ubicati perlopiù all’interno del sedime ferroviario. “Il primo lotto è stato sbloccato dal Cipe con il finanziamento di 166 milioni e l’ok al progetto preliminare, inoltre abbiamo già affidato i lavori del progetto definitivo”, ha precisato Nardella.