giovedì, 28 Gennaio 2021
Home Sezioni Cronaca & Politica Tredici dipendenti, tutti in nero:...

Tredici dipendenti, tutti in nero: ”blitz” nel calzaturificio

Sono state le fiamme gialle a scoprire la ditta di fabbricazione di scarpe, che utilizzava 13 operai completamente ''in nero''. Sanzioni per oltre 40mila euro. Ecco dove è successo.

-

Tredici dipendenti completamente “in nero”. Le Fiamme Gialle della Tenenza di Castelfiorentino hanno individuato un capannone nella zona industriale alla periferia di Certaldo dove una ditta di fabbricazione di calzature utilizzava 13 operai completamente “in nero”: sanzioni per oltre 40.000 euro.

OPERAI. L’impresa, gestita da un imprenditore residente in Certaldo (59enne), aveva iniziato l’attività lavorativa da alcuni mesi. Al momento dell’intervento, all’interno dello stabile c’erano 4 uomini e 9 donne: sei stranieri (1 di Toga, 4 dall’Albania, 1 dalla Polonia) e 7 italiani, alcuni anche di giovane età (un 23enne e un 24enne).  Tutti gli operai – spiega la guardia di finanza – hanno confermato di essere da tempo utilizzati con varie mansioni nelle varie fasi produttive delle calzature, dal taglio del cuoio delle tomaie alla realizzazione dei vari modelli di scarpe.

CONTROLLI E SANZIONI. L’azione di controllo nel settore del lavoro nero – avvertono le fiamme gialle – continuerà nelle prossime settimane in tutta la provincia fiorentina, per individuare “quell’evasione contributiva e fiscale che costituisce una grave forma di concorrenza sleale verso le imprese che operano nella legalità”. Per l’impiego di lavoratori “in nero”, com’è noto, la vigente normativa prevede in caso di mancata regolarizzazione dei dipendenti “in nero” o di omesso pagamento entro 45 giorni della sanzione in misura ridotta, l’irrogazione di una cosiddetta “maxisanzione” consistente nel pagamento di un importo che va da un minimo di 1.500 euro a un massimo di 12.000 euro per ogni dipendente, oltre a 150 euro per ciascun giorno di lavoro irregolare (i giorni prestati dai 13 operai in nero è stato quantificato in 57 giorni).

Ultime notizie

Uber Eats arriva a Scandicci, Sesto, Campi e Prato (non solo a Firenze)

Dopo il successo dell'app di food delivery a Firenze, i rider di Uber Eats entrano in servizio anche a Scandicci, Sesto Fiorentino, Campi Bisenzio e Prato. Dalla pizza al sushi, ecco da quando parte la consegna a domicilio

Smart working 2021, fino a quando nella pubblica amministrazione e per i privati

Per i privati continua il lavoro agile "semplificato", mentre si pensa a una proroga in extremis per la pubblica amministrazione a febbraio: ecco fino a quando dura lo smart working

Cashback 2021: importo minimo e rimborso massimo per ogni transazione

Le regole sull'importo minimo e massimo perché una transazione sia valida per il cashback 2021. E ci sono già i primi furbetti che "moltiplicano" le transazioni pur di ottenere più rimborsi

IED Firenze: open days 2021 per presentare i corsi

Corsi, consigli e modalità di iscrizione: l'open day dello IED, anche a Firenze, si fa online e dura una settimana per conoscere l'offerta formativa nel campo della moda, delle arti visive e del design