sabato, 15 Maggio 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaTreni nel mirino dei vandali,...

Treni nel mirino dei vandali, otto carrozze ko

Il primo episodio è avvenuto la sera del 1° marzo, il secondo si è verificato la sera del 2 marzo. Infranti i finestrini di otto carrozze: fino al 7 marzo vetture in officina per le riparazioni. Danni stimati in circa 27mila euro.

-

Atti vandalici, per oltre 27mila euro di danni, a due treni regionali di Trenitalia: infranti i finestrini di 8 carrozze.

DUE CASI. Il primo episodio è avvenuto la sera del 1° marzo, colpito il treno R 11679 in partenza da Firenze SMN alle 20.08, diretto a Terontola. Il secondo si è verificato la sera del 2 marzo al treno R 23257, in partenza da Firenze SMN alle 21.08 per Arezzo.

DISAGI. I gravi episodi si sono registrati durante il viaggio e – spiega Fs – hanno arrecato pesanti disagi ai viaggiatori. Infatti, il mattino successivo, i due convogli sono partiti con una disponibilità di posti molto ridotta. Quello che ha effettuato la corsa della 4.08 da Terontola per Firenze, del 2 marzo, ha circolato con due terzi dei posti indisponibili,  avendo solo due vetture su sei aperte. L’altro, che è partito il 3 marzo, alle 6.08, da Arezzo per Firenze, aveva la capacità dimezzata, potendo contare su tre vetture disponibili su sei.

VETTURE KO. Per consentire gli interventi di riparazione, le vetture sono state inviate in officina e non saranno disponibili prima del 7 marzo. Le FS hanno sporto denuncia contro ignoti.

IL “CONTO”. Nel 2010 Trenitalia Toscana ha investito 700mila euro per contrastare gli atti vandalici. Gli interventi principali hanno interessato la rimozione di graffiti esterni e interni, per 556mila euro, e 134mila euro sono stati spesi per la sostituzione di vetri, monitor, sedili e porte danneggiate.

Ultime notizie