domenica, 27 Settembre 2020
Home Sezioni Cronaca & Politica Troppi incidenti, si corre ai...

Troppi incidenti, si corre ai ripari

Allarme incidenti stradali: nove morti sulle strade cittadine dall'inizio dell'anno, 1.213 sinistri e 969 feriti. E allora il Comune annuncia nuovi interventi: in arrivo nuovi spartitraffico, cinque autovelox e attraversamenti pedonali rialzati.

-

Allarme incidenti, novità in arrivo nel nome della sicurezza stradale. Nove morti sulle strade cittadine dall’inizio dell’anno, di cui sette causati da incidente e due invece colti da malore alla guida di un veicolo, 1.213 incidenti e 969 feriti. Sono questi i dati relativi ai sinistri illustrati oggi dall’assessore alla sicurezza e vivibilità urbana Graziano Cioni e dal comandante della Polizia Municipale Alessandro Bartolini. Cifre preoccupanti soprattutto se comparati con i dati dell’incidentalità degli anni scorsi caratterizzati da un trend in discesa. Nel 2006 i morti furono infatti 33, nel 2007 21 e nel 2008 14.

E se analizzati i numeri di quest’anno destano particolare allarme: si tratta infatti di incidenti causati dall’alta velocità e dalla guida in stato di alterazione causato dall’alcol o da sostanze stupefacenti. E in molti casi le persone coinvolte sono giovani e in sella a veicoli a due ruote. L’assessore ha spiegato che si tratta di un fenomeno molto preoccupante che non interessa soltanto Firenze ma è diffuso in tutta Italia e che per questo è fondamentale non abbassare la guardia. A questo scopo l’assessore ha confermato l’impegno dell’Amministrazione per sensibilizzare, educare gli utenti della strada, effettuare interventi di prevenzione e quando serve reprimere i comportamenti che violano il codice della strada.

Per quanto riguarda gli interventi strutturali, l’assessore ha annunciato la prossima installazione di altri 5 autovelox che si aggiungeranno ai 20 già attivi. I dispositivi saranno collocati sulla base di una indagine della Polizia Municipale sull’incidentalità delle strade. E come quelli già in funzione saranno ben segnalati in modo da svolgere un’attività di prevenzione piuttosto che di repressione.

Inoltre è intenzione dell’Amministrazione continuare con l’installazione degli spartitraffico lungo le principali direttrici di traffico cittadine. “In viale Lavagnini, viale Matteotti e viale Gramsci gli incidenti gravi sono praticamente spariti – spiega l’assessore -. Per questo stiamo lavorando anche per prolungare lo spartitraffico in viale Etruria soprattutto alla luce dell’incidente della scorsa settimana, avvenuto nello stesso luogo dove avvenne un altro sinistro mortale sette mesi fa”. Sempre nell’ottica di una maggiore sicurezza stradale, da maggio dell’anno scorso ad oggi sono stati rialzati 28 attraversamenti pedonali cui a breve se ne aggiungeranno altri 9. Per quanto riguarda le cause degli incidenti, il comandante della Polizia Municipale ha ribadito come, sulla base dei dati Istat, il 95% dei sinistri dipendono dal comportamento del conducente (violazioni del codice della strada, guida in stato di alterazione e via dicendo).

E nel restante 5% sono compresi gli incidenti causati dal veicolo (guasti etc) e dalle cosiddette “anomalie stradali” dove con questa definizione si intende soprattutto le macchie d’olio o similari e soltanto in piccola parte le buche. Anzi su questo aspetto il comandante Bartolini precisa che, considerati gli incidenti del 2008, quelli causati dalle buche saranno qualche decina e che comunque si tratta di sinistri non gravi e con conseguenze prevalentemente sul veicolo (come testimoniano le richieste di risarcimento danni). Ovviamente, ha spiegato l’assessore, questo non significa che le buche non debbano essere riparate. Anzi, gli interventi di rifacimento delle strade sono e devono rappresentare una priorità per l’Amministrazione.

Ultime notizie

La Fiorentina si fa rimontare e perde a San Siro

Ribery meraviglioso. Disastro Vlahovic

L’Orchestra della Toscana riparte da 20 Intermezzi

Tra la stagione scorsa interrotta dal coronavirus e la prossima ancora da definire, l’Orchestra regionale della Toscana torna sul palco del Verdi con un programma di concerti per l’autunno. 500 i posti disponibili

Inter Fiorentina in tv: Sky o Dazn?

Inter Fiorentina in tv: una partita da non perdere quella in programma alle ore 20.45 a San Siro: ma dove vederla in Tv su Sky o Dazn?

Cosa fare a Firenze nel weekend: gli eventi del 26 e 27 settembre

Bancarelle, vintage, fiere, spettacoli e musei a 1 euro: il meglio del programma per l'ultimo fine settimana di settembre