Arriva lo sciopero generale: possibili disagi per i cittadini. Venerdì 12 dicembre è infatti in programma lo sciopero generale indetto dai sindacati Cgil-Fp e Cobas pubblico impiego.

Non potrà essere garantito il funzionamento di servizi e uffici comunali: per esempio, agli sportelli della direzione urbanistica non sarà assicurato il ricevimento al pubblico e potrebbero verificarsi disservizi. Anche i cimiteri comunali potrebbero rimanere chiusi, mentre le Cappelle del Commiato rimarranno regolarmente aperte per l’intera giornata per esposizione, ricezione e deposito delle salme.

Disagi non solo negli uffici. Quadrifoglio informa gli utenti che le organizzazioni sindacali di categoria Cgil e Flaica Uniti Cub hanno proclamato uno sciopero nazionale a cui aderiscono i rispettivi comparti del settore di igiene ambientale per venerdì 12 dicembre, per la durata dell’intero nastro lavorativo.

Durante lo sciopero, comunque, saranno garantiti i servizi minimi essenziali, come la raccolta e trasporto rifiuti definiti pericolosi; la raccolta e trasporto rifiuti solidi urbani per utenze scolastiche, mense pubbliche e private, ospedali, case di cura, ospizi, centri di accoglienza, orfanotrofi, stazioni ferroviarie ed aeroportuali, caserme e carceri; la pulizia dei mercati, aree sosta attrezzate, aree di interesse turistico e museale.

Saranno anche garantite le attività di disinfestazione, derattizzazione, disinfezione, raccolta siringhe per casi urgenti e su segnalazione dell’autorità sanitaria, oltre al ripristino di condizioni di sicurezza e agibilità stradale. Sarà organizzato anche un presidio di pronto intervento e garantito il servizio del centralino telefonico ( 055 –73391). Quadrifoglio attiverà anche, a partire dal giorno successivo, tutte le misure tese a normalizzare il servizio nel minor tempo possibile.

Poi c’è il capitolo trasporti. Anche le sigle sindacali Filt/Cgil e Cobas presenti in Ataf aderiranno allo sciopero nazionale in programma venerdì 12 dicembre. In alcune fasce orarie non sarà dunque garantita la totale regolarità del servizio. Diverse le modalità con cui le sigle sindacali aderiranno all’agitazione:

FILT/CGIL: sciopero dalle 9.15 alle 11.45. COBAS: sciopero dall’inizio del servizio fino alle 6, dalle 9.15 alle 11.45, dalle 15.15 fino al termine del servizio. In queste fasce orarie, dunque, non sarà garantita la totale regolarità del servizio.