sabato, 23 Ottobre 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaUno studio legale americano: ''La...

Uno studio legale americano: ”La Costa Concordia non era sicura”

Lo studio legale americano John Arthur Eaves ha presentato al tribunale di Los Angeles una denuncia nei confronti della Carnival Corporation, la società che controlla la Costa Crociere. Ecco perché.

-

La Costa Concordia “non sarebbe stata una nave sicura”: a dirlo lo studio legale americano John Arthur Eaves, che ha presentato al tribunale di Los Angeles una denuncia nei confronti della Carnival Corporation, la società che controlla la Costa Crociere.

L’IMBARCAZIONE. Secondo lo studio legale Usa, per far salire a bordo dell’imbarcazione il maggior numero di passeggeri possibile la Concordia ”è stata progettata con delle sovrastrutture molto alte al di sopra della linea di galleggiamento e un pescaggio molto ridotto sotto la linea di galleggiamento”.

LA DENUNCIA. Per questo motivo, secondo i legali che hanno presentato la denuncia a tribunale Los Angeles, in caso di collisione la nave sarebbe stata ”instabile e suscettibile di ribaltamento”.

GOLETTA VERDE AL GIGLIO. E intanto oggi all’isola del Giglio farà tappa Goletta Verde, la campagna di Legambiente che da ventisette anni vigila sulla salute del mare e delle coste italiane. Dopo l’Isola d’Elba, l’imbarcazione ambientalista si fermerà all’Isola del Giglio per affrontare “questioni cruciali a garantire una maggiore sicurezza e qualità ambientale al prezioso quanto fragile equilibrio ambientale dell’arcipelago toscano”.

L’accordo. Isola del Giglio, l’Università di Siena calcolerà il danno ambientale

Il reportage. Tra la gente del Giglio, cinque mesi dopo. ”Ci hanno stravolto la vita”

La campagna. Goletta Verde, doppio blitz all’isola d’Elba / FOTO

Ultime notizie