domenica, 28 Febbraio 2021
Home Sezioni Cronaca & Politica Via Baccio da Montelupo, si...

Via Baccio da Montelupo, si indaga negli ambienti omosessuali

Proseguono le indagini della polizia sul duplice delitto scoperto venerdì, quando Bruna Boldi (84 anni) e il figlio Gianni Coli (55 anni) sono stati trovati uccisi con 14 coltellate nel loro appartamento. Gli inquirenti seguono ora anche la pista passionale e questa mattina si sono recati nella sede dell'emittente locale "Radio Studio 54" per acquisire la registrazione di un'intervista fatta tempo fa a Gianni Coli, nella speranza che si riveli utile per individuare l'assassino.

-

Vanno avanti le indagini per il doppio omicidio di Bruna Boldi (84 anni) e del figlio Gianni Coli (55 anni), trovati uccisi venerdì scroso con 14 coltellate nel loro appartamento di via Baccio da Montelupo.

PISTA PASSIONALE. Gli inquirenti hanno ascoltato diversi testimoni, per far luce su una vicenda che sembra tingersi sempre più di giallo. Nelle ultime ore sembra aver preso sempre più corpo la pista del delitto commesso in ambienti omosessuali, ed è per questo motivo che le indagini si stanno concentrando sulla vita privata di Coli.

AMICIZIE E FREQUENTAZIONI. Gli inquirenti stanno cercando di far luce sulle amicizie e le frequentazioni del 55enne, per capire chi possa aver commesso il duplice omicidio che sta sconvolgendo la città. Una delle ipotesi seguite dagli inquirenti è che proprio una persona conosciuta dalla vittima sia stata l’autore dei delitti, forse al termine di un litigio.

AUTOPSIA. Ma le indagini vanno avanti senza escludere niente. Martedì è in programma l’autopsia, che servirà anche per stabilire la data esatta della morte di madre e figlio, che potrebbe anche essere precedente a quanto ipotizzato. Un altro elemento di non poca importanza per le indagini.

INTERVISTA. Intanto questa mattina gli investigatori della Polizia si sono recati presso l’emittente locale “Radio Studio 54” per acquisire la registrazione di un’intervista che la radio fece a Gianni Coli. A dare la notizia è stato lo stesso titolare dell’emittente, Gheri Guido, che ha fornito la registrazione agli agenti che sperano di trovare, al suo interno, tracce utili per individuare l’assassino. Nell’intervista, andata in onda circa una settimana prima della morte di Coli e di sua madre, durante una trasmissione dedicata al tema dell’omosessualità, l’ex parrucchiere avrebbe fatto affermazioni che potrebbero aiutare gli inquirenti a ricostruire le sue abitudini e il suo stile di vita.

EX COMPAGNO. In particolare, durante l’intervista, il 55enne aveva detto di frequentare un fiorentino che lavora nel Mugello, e che incontrava tutti i giovedì e venerdì sera proprio nell’appartamento di via Baccio, e di essere anche ”preso, attratto” da un quarantenne. A microfoni spenti, poi, Coli avrebbe raccontato ai conduttori del programma certe sue abitudini e incontri occasionali, nel mondo omosessuale fiorentino, e di aver incontrato recentemente un giovane extracomunitario davanti alla discoteca Tenax.

Ultime notizie

Una Fiorentina lenta si fa trafiggere dall’Udinese a pochi minuti dalla fine

Un passo indietro per i viola che tornano a tremare in zona salvezza

Contro l’Udinese nella Fiorentina rientra Ribéry

Probabile l’utilizzo anche di Kokrin, assente Bonaventura: le probabili formazioni di Udinese - Fiorentina

Covid Toscana, casi ancora sopra ai 1.200: i dati del 26 febbraio

I dati del bollettino Covid della Toscana del 26 febbraio: casi di coronavirus ancora sopra quota 1200, preoccupazione per la zona rossa

Riapertura palestre, via libera alle lezioni individuali: cosa significa

Il nuovo protocollo del Cts apre alle lezioni individuali per la riapertura delle palestre: quali sono, cosa significa e da quando