.
La mostra, giunta alla sua 28° edizione, è stata presentata il 20 agosto in Palazzo Medici Riccardi dall’assessore provinciale Giovanni Di Fede, dal sindaco di Vicchio Roberto Izzo, dall’assessore alle attività produttive di Vicchio Nicola Cipriani, dall’assessore alle attività economiche delle Comunità Montana del Mugello Mario Lastrucci, e da Valerio Salvadori, rappresentante CNA del Mugello e Presidente dell’associazione “Casa Benvenuto Cellini”.
Nove giorni no-stop per sancire, all’insegna della qualità, il legame indissolubile e vincente che si è venuto a creare fra l’evento – appuntamento annuale di riferimento sul ‘pianeta’ delle realtà produttive locali – e le eccellenze del territorio, attraverso la presentazione dei capolavori dell’artigianato artistico ma anche dell’ habitat naturale, dei prodotti tipici e della qualità della vita in Mugello e Val di Sieve
La mostra, organizzata dal Comune di Vicchio, con la CNA del Mugello, la Comunità Montana del Mugello e la Provincia di Firenze e sponsorizzata dalla Coop – Unicoop Firenze e dalla Banca del Mugello Credito Cooperativo, punta a consolidare la sua leadership attraverso un’offerta amplissima e diversificata di prodotti e la spettacolarità dell’esposizione e delle iniziative collaterali.
Occhi puntati sui “i talenti” artigiani, i personaggi degli antichi mestieri, i giovani che si affacciano al mondo dell’artigianato. In campo tappezzieri, restauratori, falegnami, decoratori, impagliatori, ricamatrici, bronzisti, ceramisti, calzolai, pellettieri, orafi, musicisti, fotografi, giardinieri, pittori, scultori, ecc. Si potranno ammirare mobili antichi restaurati, nuovi, cucine in muratura, scale, porte, poltrone e divani, tende da interno e da esterno, lampade, terrecotte, maioliche d’arte e piatti in porcellana, incisioni ed acqueforti, strumenti musicali, oggettistica, scarpe su misura, borse e cinture, abbigliamento in pelle, selleria, merletto a fuselli, gioielli e accessori, cornici, quadri, vetrofusione, animaletti in lamiera corten e cuscini in pula di farro, box per cani, girarrosti, cappe in rame e altro ancora.
Il fascino, la spettacolarità del lavoro creativo, i segreti dei maestri artigiani ancora una volta saranno alla portata di tutti nell’area delle Botteghe in diretta dove si potranno apprendere le varie tecniche assistendo alle lavorazioni dal vivo: vetrofusione, carta, incisione, acqueforti, metalli, pittura, pelle, intaglio, creta, decorazione e costruzione degli strumenti musicali.
Ampio spazio sarà dedicato alle energie alternative. La Maze è impegnata a ricercare e valorizzare le realtà di produzione e servizio che nel loro lavoro mettono al centro il rispetto per l’ambiente, la sostenibilità dello sviluppo, la salvaguardia della salute, come elementi fondamentali di una nuova cultura che sottolinei il rapporto indissolubile tra uomo e natura: quindi risparmio idrico e raccolta differenziata, trattamento delle acque, riscaldamenti a biomassa, energia solare, impianti alternativi e pannelli per la sanificazione ambientale.
Le iniziative collaterali
Uno degli eventi più interessanti della 28° MAZE sarà la mostra I Pinocchi di Eugenio Taccini maestro ceramista. Figlio di ceramisti, nel suo atelier “Le Ceramiche del Borgo”, Taccini realizza ceramiche, dipinti ed immagini sacre, ma i suoi temi preferiti sono gli “Arlecchini” ed il “Pinocchio”, composizioni in cui la fantasia ed i colori, prendono vita dall’istintività e spontaneità che lo contraddistinguono.
Novità di quest’anno è il concorso Artigianarte, alla sua prima edizione, in cui gli artigiani sono chiamati a esprimere la propria passione e i propri saperi, lavorando a manufatti che verranno poi esposti e votati dai visitatori della Maze.
L’associazione Dalle Terre di Giotto e dell’Angelico partecipa alla mostra con una collettiva a tema libero mentre continua l’esecuzione di alcune opere di grandi dimensioni per i Percorsi d’arte 2009 al fine di collocare alcuni dipinti in varie zone del Paese in aggiunta alle numerose opere già presenti sui muri e lungo le strade di tutto il territorio che costituiscono il “Museo all’aperto” di Vicchio. www.dalleterredigiottoedellangelico.it
Il Photo club Mugello”, associazione di appassionati della fotografia, presenterà la mostra “Ambulanti”. (inaugurazione sabato 22 agosto ore 18,30 con l’assessore alla cultura Cipriani e Nina Nikitin che presentano gli scatti di Roberto Orrù ed il Photo Club Mugello. Il poeta Davide Cecconi leggerà una poesia dedicata agli ambulanti).
Anche quest’anno in occasione della MAZE, l’Associazione Casa Benvenuto Cellini, dopo rinnova l’apertura della dimora storica dell’artista organizzando tre eventi racchiusi nel macrotitolo Mani al Quadrato. Il 21-22-23 agosto ci sarà Un particolare Benvenuto – visita spettacolo con Messer Benvenuto Cellini, rappresentazione teatrale in costume per riportare gli spettatori all’atmosfera tumultuosa della vita dell’artista.
Il 28-29-30 agosto Casa Cellini ospiterà la mostra di gioielleria contemporanea Gioie Futuriste, mentre sabato 29 è in programma Rosso Futurista a cura del fotografo Luigi Rinaldelli. Domenica 30 mostra fotografica Sapori Futuristi a cura di Micaela Rostan.
La scelta del Futurismo nasce da un sentito omaggio per il centenario della corrente che ha rivoluzionato l’arte contemporanea mondiale.
Ecco tutti gli appuntamenti previsti:
La MAZE dei bambini – lunedì 24 agosto dalle 18 alle 20
Nel piazzale della MAZE “Lo Stregatto” con la Fondazione Tommasino Bacciotti farà divertire i bambini con i giochi, il truccabimbi, le baby dance, i palloncini, le musiche di Barbara e Vinicio, gli scatti fotografici di Foto Bruno e le schiacciate dei fornai di Vicchio.
Le degustazioni – martedì 25 agosto dalle 18,30
Sarà possibile assaporare i tipici sapori mugellani durante la presentazione delle aziende agroalimentari del territorio: dal miele ai vini, ai salumi, i formaggi, il pane, le schiacciate, i dolci, accompagnati dalle musiche di Barbara e Vinicio.
Le lavorazioni a calendario
Al centro della pista di pattinaggio la modellazione e scultura di Celine Pariggi, le decorazioni di Giulia Gaccione e le tecniche di oreficeria di Letizia Forzini insieme a l’intaglio e la scultura di Federico Melani, la costruzione di strumenti musicali di Marco Faggioli e la vetrofusione dello Specchio Magico sabato 22 e domenica 23: l’impagliatura di Alfredo Claudenti e la lavorazione della pelle di Monaco Metropolitano, le decorazioni di Silvia Battaglia e le borse in stoffa riciclata di www.borsabellissima.it che sarà presente anche giovedì 27.
Venerdì 28 le decorazioni di Silvia Battaglia, che dipingerà anche sabato 29 con l’impagliatore Alfredo Claudenti e l’oreficeria della Vena d’Oro. Domenica 30 Roberto Bottaini il cestaio, le borse in stoffa riciclata di www.borsabellissima.it e nel pomeriggio i fiori in tessuto di Isabella Giuliani.
Sabato 29 e domenica 30 sarà presente in mostra la Fondazione Tommasino Bacciotti ONLUS www.tommasino.org – c/c postale 12158531