sabato, 13 Agosto 2022
HomeSezioniEventiCiak toscano per Matthew Modine

Ciak toscano per Matthew Modine

Il soldato Joker di Full Metal Jacket, Matthew Modine, debutta alla regia. E per il suo film sul rock italiano sceglie lo sfondo della Toscana. La ricerca degli attori (“giovani e capaci di suonare uno strumento”) è già cominciata. Domani sera l'attore a Firenze per la presentazione del libro-diario fotografico dal set del film di Kubrick.

-

Pubblicità

 

Il soldato Joker di Full Metal Jacket, Matthew Modine, ha scelto la Toscana come set per il suo prossimo film da regista. Racconterà la storia e le passioni di quattro liceali innamorati del rock’n’roll, nell’Italia degli anni ’60, alle prese con la costituzione di una loro band. La ricerca degli attori (locali) è già cominciata. E anche quella di un produttore disposto a investire nel progetto.

Pubblicità

IL FILM. Parlerà di come una passione può cambiarti la vita, il film messo in cantiere dall’attore di America e Ogni maledetta domenica. “Ci saranno questi 4 ragazzi – ha spiegato stamani rivelando il progetto – che nel ’63, mentre l’ondata del rock’n’roll sta montando ed è sul punto di esplodere, si innamorano della musica e fanno di tutto per diventare un gruppo”.

CACCIA ALL’ATTORE. Modine ha spiegato di aver scelto ”la Toscana per la bellezza così semplice e naturale delle sue terre” e per ”Firenze, che negli anni ’60 era una vera e propria capitale dello stile e del fashion”. Cercasi giovani attori capaci di suonare uno strumento musicale e di impersonare lo spirito dell’epoca. Ma soprattutto cercasi un produttore che abbia voglia di finanziare la pellicola.

Pubblicità

IL LIBRO-DIARIO. L’attore si trova in questi giorni a Firenze, in occasione dell’uscita del suo libro-diario fotografico dedicato a Full Metal Jacket, con scatti inediti dal set del film e memorie personali scritte durante la sua lavorazione, che sarà presentato al pubblico domani sera nel corso di una proiezione all’aperto della storica pellicola, alla quale lo stesso Modine prenderà parte (Piazza Strozzi, 21.30).

MEMORIE DAL SET. Il libro contiene le foto scattate dall’attore stesso durante le riprese del film, quando l’attore girava con “la macchina fotografica tutti i giorni, scattando in continuazione: sapevo che Kubrick era anche un fotografo, volevo entrare in contatto con lui. Ma quando, durante una pausa, mi notò mentre giravo facendo foto qua e là mi disse: ‘Matthew, che diavolo ci fai con quel ferrovecchio in mano?”, ha rievocato scherzosamente l’attore.

Pubblicità

La proiezione di domani sera, così come la presentazione del suo fotodiario, è a cura di Odeon Casa del Cinema e New York Film Academy, scuola di cinema della quale Modine è direttore creativo.

Pubblicità

Ultime notizie