venerdì, 14 Giugno 2024
- Pubblicità -
HomeSezioniEventiCome in una fiaba: c'è...

Come in una fiaba: c’è Mercantia

A Certaldo il nuovo appuntamento con il festival internazionale del teatro di strada. Sarà una "festa dei miracoli".

-

- Pubblicità -

Artisti di strada e giardini segreti. Mangiafuoco e giocolieri. Ballerine volanti e musica in ogni angolo.Torna a Certaldo l'atmosfera da fiaba di Mercantia, il festival internazionale del teatro di strada in programma dal 16 al 20 luglio con la XXVII edizione. Sarà una “festa dei miracoli”: questo il tema scelto quest'anno per la kermesse, che come sempre si calerà alla perfezione nelle stradine e nei vicoli del borgo medievale.

Mercantia 2014 a Certaldo

“Di miracoli,  in senso laico, ne abbiamo già fatti tanti, come la rinascita di un colorito popolo di artisti che hanno popolato l’Italia e il moltiplicarsi di festival sorti per imitazione. Il miracolo che ci interessa in questa edizione è quello di poter continuare a stupire, a sognare, ad essere ancora noi stessi, a dare gioia al cuore delle persone che a Mercantia non sanno rinunciare, che ci sorridono e ci raccontano che ancora una volta abbiamo vinto la nostra sfida”, spiega il direttore artistico Alessandro Gigli. 

- Pubblicità -

Artisti internazionali

Tra gli artisti di scena a Certaldo molti di fama internazionale. Tornano dall'India i Milon Mela, formazione multidisciplinare (danzatori mascherati, musicisti, acrobati, maestri d'armi) in parata con canti, musiche e danze dei Baul del Bengala; dall'Africa altro ritorno gli Asante Kenya Acrobats, con uno spettacolo di acrobazione ed evoluzioni di origine tribale riviste in chiave circense; arriva da Mosca il teatro di figura dei Moscow Hand Theater dal “Thailandia Got Talent” il sorprendente “Mute show” dei giovanissimi e talentuosi Mute (spettacolo rigorosamente muto, ma di comprensione universale) e poi ancora spettacoli circensi e di varietà dai cinque continenti.

- Pubblicità -

In strada (e nel cielo)

Un ritorno alle origini anche per le Cafelulè, quattro fascinose ballerine con un partner maschile che danzano in verticale lanciandosi, salendo e scendendo dalle pareti e dalle torri di via Boccaccio dove mettono in scena i drammi e gli enigmi dell'animo femminile. E poi la comicità vista a “Zelig Circus” di Luca Regina e Tino Fimiani in “Lucchettino Classic”, l'elegante ironia della pianista classica e perfomer istrionica Rita Pelusio in “Eva, Diario di una Costola “, gli Appiccicaticci in “Appiccicaticci show”, la parata ispirata al mito della Fenice del Teatro Carillon con “Postfataresurgo”, le delicata e surreale parata delle Invasioni Lunari con “Invasioni lunari in parata” (spettacolo la cui immagine è stata scelta per il manifesto ufficiale di Mercantia 2014).

In musica

un'offerta musicale che attraversa tutta l'Europa, dalla Napoli di Teatro Caccabak alla tammurriata di Compagnia dell'atto comico; dall'Irlanda dei Jig Rig al sound anglosassone di tante marching band: Opus Band, frati che suonano fiati mixando Carmina Burana, funky, jazz e James Brown; Girlesque, fiati femminili in stile burlesque; Zastava Orkestar, sound balcanico made in Maremma, fino all'irriverente ironia musical teatrale dei Gatti Mezzi.

- Pubblicità -

Giardini segreti

Rigorosamente su prenotazione e per pochi spettatori, l'altro lato di Mercantia, i “Giardini Segreti”, con il teatro corporeo degli Arhat Teatro formatisi sugli insegnamenti dell'Odin Teatret, che a Mercantia festeggiano i 10 anni di attività professionale; il teatro di ricerca di Dulcamara Teatro di Valentina Cidda (figlia d'arte di Mario Maldesi, grande doppiatore e aiuto regista), il teatro di narrazione del Teatro del Cavolfiore che coinvolgerà uno spettatore per volta in un percorso sensoriale.

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Ultime notizie

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -