Come di consueto il Festival, organizzato e promosso dalla F.L.O.G. (Fondazione Lavoratori Officine Galileo) di Firenze, è supportato dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, dalla Regione Toscana, dalla Provincia e dal Comune di Firenze con il patrocinio del Ministero degli Affari Esteri.

La programmazione, dal 3 ottobre al 2 novembre, si articola durante i fine-settimana e si compone di 8 concerti con cantanti provenienti dall’Africa sub-sahariana, dall’Asia centrale, dal Sud America e dall’Europa mediterranea.

Appuntamento imperdibile è la serata inaugurale di venerdì 3 ottobre, quando direttamente dalla Spagna salirà sul palco dell’Auditorium Flog una delle protagoniste più autentiche della tradizione gitana di Jerez, la cantaora LA MACANITA, la cui voce rauca e graffiante è espressione di un canto gitano profondo, eseguito senza alcuna contaminazione o concessione ad elementi estranei alla tradizione. LA MACANITA oltre ad importanti collaborazioni, tra le quali spiccano i nomi di Carlos Saura e Moraito Chico, ha calcato i più rinomati tablao iberici, tra cui il mitico Zambra di Madrid ed è stata ospite di rinomate manifestazioni internazionali.

Sabato 4 ottobre è la volta di PARISSA, attualmente la più acclamata cantante di musica tradizionale persiana, nota per la sua abilità nell’improvvisare sulla struttura del repertorio classico (radif). Reduce dalle calorose ovazioni ottenute per la sua incredibile voce al Festival di Fes delle Musiche Sacre del Mondo, dove ha presentato una commovente e intensa versione di poesie religiose sufi, PARISSA propone a MUSICA DEI POPOLI 2008 il suo ultimo album, “Semplicity”, accompagnata da un ensemble di virtuosi strumentisti della tradizione musicale classica persiana.

“Buon compleanno Rosa” (Venerdì 10 ottobre) è il concerto dedicato a Rosa Balistreri, celebre cantante popolare siciliana, che vede la partecipazione di alcune tra le maggiori esponenti di musica tradizionale italiana (FAUSTA VETERE, LUCILLA GALEAZZI e CLARA MURTAS) proporre brani dal repertorio della indimenticabile “Voce della Sicilia”, insieme al giovane organico tutto palermitano dei PIRATI A PALERMO. Tre straordinarie voci che condividendo la scelta di avere nel canto popolare il principale fondamento delle loro carriere, hanno dato vita, ognuna con la propria sensibilità, a questo tributo musicale ad un’artista che tuttora è un riferimento imprescindibile per le nuove generazioni.

Il Festival presenta inoltre alcuni talenti emergenti, giovani promesse dell’etno-world internazionale; tra queste la venticinquenne vocalist portoghese ANA MOURA, (sabato 11 ottobre), una delle più interessanti voci femminili della sua generazione legata al fado, nonché tra le artefici della rinascita di questo genere. Il suo timbro intenso e passionale fa’ sì che venga spesso paragonata alla grande Amalia Rodriguez, ma nel suo stile si evidenziano elementi assolutamente unici e innovativi. La rock band più famosa del mondo, i Rolling Stones, l’ha voluta come ospite del loro concerto presso lo stadio Benefica di Lisbona dopo averla sentita cantare nella storica Casa del Fado, e nel 2005 si è esibita nel prestigioso Carnagie Hall di New York registrando il tutto esaurito.

Grande attesa e curiosità precedono la serata di sabato 18 ottobre durante la quale è di scena l’ex cantante dei Transglobal Underground: NATACHA ATLAS. La sua carriera è costellata da una variegata serie di progetti musicali che vanno dall’elettronica unita a sonorità etniche, al recupero di canzoni mediorientali rese famose da Umm Kulthum e Fairuz. A MUSICA DEI POPOLI presenta il suo ultimo album, “Ana Hina”, realizzato con l’eclettica e versatile orchestra Mazeeka Ensemble.

Domenica 19 ottobre protagonista è poi SUSANA BACA, esponente di punta della valorizzazione e della rinascita della tradizione musicale afro-peruviana, acclamatissima in tutto il mondo dopo il suo debutto all’Olympia di Parigi e prima artista peruviana ad aver vinto un Grammy Award. Di lei, il New York Times ha recentemente scritto le seguenti, eloquenti parole: “La voce soave e distinta di Ms. Baca ha lo stesso splendore pulito di tante cantanti pop, ma ha la forza di creare un suo personalissimo stile. Una sua propria tradizione”.

Sabato 25 ottobre sale sul palco dell’Auditorium Flog AYNUR, la cantante kurda che è riuscita a combinare perfettamente l’eredità musicale della tradizione del suo Paese con l’incredibile potenza della sua voce. Dopo aver partecipato al film del regista turco Fatih Akin “Crossing the Bridge”, si è esibita in concerti e festival in tutto il mondo, portando con sé il multiforme bagaglio musicale kurdo e la sua originale vocalità.

Uno sguardo attento alle novità per la serata finale di domenica 2 novembre con un doppio concerto: dopo il debutto con l’album “Jidka”, la cantante italo-etiope nata in Somalia, SABA, propone un mix di R’n’B e atmosfere Pop, corredato da chitarre acustiche e kora, ritmi della tradizione africana e percussioni dalle sonorità contemporanee, per un risultato di forte richiamo. L’eccezionale versatilità dell’israeliana MOR KARBASI conclude questa XXXIII° edizione di MUSICA DEI POPOLI con il suo ampio registro vocale, che tra acuti cristallini e sensuali toni bassi, non mancherà di suscitare nei presenti profonde emozioni.

Inizio spettacoli ore 21,30

Biglietto INTERO € 12 (Sabato 18 ottobre – € 15)

Biglietto RIDOTTO € 10 (Sabato 18 ottobre – € 12)

(riduzioni: bambini fino 12 anni / over 65 e studenti universitari con libretto)


Prevendita Box Office 055 210804

www.flog.it e-mail: [email protected]

tel 055 4628714 / 490437 / infoline 055 487145 – fax 055 486953