martedì, 28 Settembre 2021
HomeSezioniEventiDrink, film e musica: in...

Drink, film e musica: in biblioteca arrivano i ”Cineaperitivi”

Alla BiblioteCaNova Isolotto scattano gli appuntamenti che vedranno il film di turno accompagnato da una selezione musicale a tema e da un aperitivo. Ecco il programma

-

Aperitivo, proiezione e selezione musicale a tema. Martedì 28 luglio prendono il via i “Cineaperitivi” alla BiblioteCaNova Isolotto (via Chiusi 3/4), rassegna in tre appuntamenti durante i quali un film sarà accompagnato da una selezione musicale a tema e da un aperitivo.

Il programma

Sarà “La mafia uccide solo d’estate”, esordio alla regia di Pierfrancesco Diliberto, meglio noto come Pif, a inaugurare la rassegna. 

L’evento, a cura di Cooperativa Archeologia e Nuovi Eventi Musicali, si aprirà alle 18.30 con l’aperitivo e le musiche tratte dalla colonna sonora del film, con brani originali del compositore Santi Pulvirenti, e continuerà alle 21 con la proiezione. La commedia, attraverso i ricordi d’infanzia del protagonista, ricostruisce, con toni paradossali e ironici, la sanguinosa stagione delle attività criminali di ‘Cosa Nostra’ nella Palermo degli anni ’80 e ’90. Il film è valso a Pif il David di Donatello 2014 come Miglior regista esordiente, oltre a essere stato nominato per il premio Miglior canzone originale con “Tosami lady”, interpretata da Domenico Centamore (aperitivo 6 euro, ingresso libero al film).

La rassegna proseguirà poi martedì 4 agosto con “Mio fratello è figlio unico” di Daniele Lucchetti, film con Elio Germano e Riccardo Scamarcio ispirato al libro di Antonio Pennacchi “Il fasciocomunista”, che racconta quindici anni di storia d’Italia attraverso le vicende di due fratelli che corrono su opposti fronti politici e amano la stessa donna. Il titolo del film riprende quello di una nota canzone del cantautore Rino Gaetano, che sarà al centro della selezione musicale.

Chiusura il 25 agosto con “L’uomo che aveva picchiato la testa”, il documentario di Paolo Virzì sul cantautore livornese Bobo Rondelli, che ne ricostruisce il profilo attraverso le testimonianze di amici, comici, attori, giornalisti e musicisti, definendo il ritratto di un uomo controcorrente. Saranno proprio le canzoni di Rondelli ad accompagnare l’aperitivo, fino all’inizio del film.

Ultime notizie