mercoledì, 22 Settembre 2021
HomeSezioniEventiGli Accademici d'onore 2009

Gli Accademici d’onore 2009

-

La medaglia con l’effigie di Michelangelo che accompagna il titolo conferito agli Accademici d’onore andrà a Philippe Starck, Sting, Oliviero Toscani, Michele Gremigni. Queste le motivazioni: a Philippe Starck “per aver ridisegnato con il suo lavoro infiniti aspetti della nostra vita dimostrando che la vera creatività non ha confini”; a Sting “per la sua musica che ha fatto sognare intere generazioni; perché continui a comporne di nuova con la stessa intensità, qui in Toscana”; a Oliviero Toscani, “per aver portato con i suoi celebri scatti la pregnanza del messaggio che scuote e fa riflettere nell’universo dell’immagine pubblicitaria”; all’Ente Cassa di Risparmio di Firenze nella persona del suo Presidente Alberto Gremigni “per il generoso ed illuminato impegno profuso in questi anni nella valorizzazione e promozione dell’arte e della cultura nel territorio toscano, con l’auspicio che esso possa proseguire inalterato in futuro”.
‘Accademia in mostra’ si presenta alla città attraverso i percorsi didattici che si svolgono nei luoghi deputati, nei laboratori e nelle strutture dove, attraverso il lavoro quotidiano, giorno dopo giorno, prende forma la creatività nella molteplicità dei linguaggi e delle esperienze artische.
Quest’anno, poi, ‘Accademia in mostra’ si accompagna ad eventi specifici: un Omaggio a Galileo con la rielaborazione su rame dei famosi I Giovilabi del grande scienziato pisano a cura delle Prof. Patrizia Contardi e Monica Franchini; una mostra a tema sul Gioco della dama, un viaggio affabulatorio per immagini sul noto divertissement a cura della Prof. Clara Borgo; un Open day che raccoglie la multiformità e la poliedricità dei linguaggi espressivi del contemporaneo a cura del Prof.Andrea Granchi; un Affresco in mostra che documenta il lavoro svolto dagli allievi seguiti dal Prof. Saverio Finiguerra; una esposizione di modellini scenografici a cura del Prof. Pierto Buzzichelli dove la progettualità si coniuga mirabilmente con l’invenzione creativa.
Insomma l’intero mondo dell’arte che il processo educativo e formativo messo in campo dall’Istituzione condensa in quel ‘fare come sapere’ che resta connotazione e vanto dell’Accademia di Belle Arti”.
“Accademia in mostra” si concluderà martedì 30 giugno.

Ultime notizie