martedì, 27 Ottobre 2020
Home Sezioni Eventi La Luna è azzurra a...

La Luna è azzurra a San Miniato (PI)

-

La città diventa la capitale italiana e internazionale delle teste di legno, dei pupazzi, delle marionette, del teatro di ombre, del teatro di oggetti, del teatro di animazione.
Torna anche quest’anno la manifestazione a cura del Comune di San Miniato. Patrocinio Provincia di Pisa. Progetto e organizzazione Terzo Studio. Direzione artistica Alessandro Gigli e Alberto Masoni.
Un festival che ospita ogni volta decine di artisti e raccoglie una media di 12.000 spettatori ad edizione.
Quest’anno ci saranno 23 compagnie di cui 6 internazionali, oltre 50 repliche in 4 giorni di programmazione.
Due ritorni importanti segnano l’edizione 2009 de “La Luna è Azzurra”.
I marionettisti russi Mini-Dlin, forse la compagnia che ha riscosso il maggior successo negli ultimi dieci anni, che riceveranno il premio alla carriera La Luna d’Argento, e lo spettacolo finale, dopo la mezzanotte, sulle pareti della Rocca di Federico, a segnalare quanto sia importante l’utilizzo nella sua interezza della città di San Miniato come teatro, come palcoscenico naturale, come spazio privilegiato e deputato per un festival unico nel suo genere. Con la rappresentazione di “Elasti-K (360°)”, le figure saranno create dalle acrobatiche danze in sospensione verticale degli attori di Mattatoio Sospeso, inseguiti dalle immagini del video-maker Giacomo Verde.
Quello dei fili, sarà lo stile dominante in questa edizione, oltre alle marionette dei Mini-Dlin e alle corde elastiche che sorreggeranno gli attori di Mattatoio, ci saranno i fili dei marionettisti greci Antamapantahou con il loro spettacolo comico-musicale “The string of music”, ci saranno le marionette che sorreggono lo scheletro ballerino e pianista della compagnia Babaciù Theater in “String Follies”, le minuscole marionette dei siciliani della Piccola Compagnia Itinerante in “Chi a tempo…” e infine i fili di Paolo Valenti del Teatro dell’Aggeggio per il suo “Legni parlanti e sonanti”.
Ci saranno le atmosfere oniriche create dalle ombre di Teatro Ombria, di Federico Pieri, di Officina Dinamo. Ci saranno i Bunraku della Capra Ballerina e i muppet del gruppo irlandese Spring Onion e della compagnia Manipulà, e poi tante teste di legno, l’esperienza giovanile dei danesi del Cirkus Tvaers (anche questo un ritorno dopo dieci anni), e nella giornata conclusiva ci saranno anche i due spettacoli vincitori dell’edizione 2009 del concorso nazionale Cantieri di strada: Officine Duende in “Freaks in 4/4” che rievoca le atmosfere dei ‘fenomeni da baraccone’, e Luigi Ciotta con “Funky Pudding” che unisce con originalità circo e teatro.
“Ventisei anni per un festival – spiegano gli organizzatori – sono un importante traguardo che testimonia il suo radicamento nel territorio”.
Una manifestazione che appassiona adulti e bambini e li accomuna e riunisce attorno alla magia e alla fantasia del teatro di figura.
Rapporto tra spazio della città e teatro, valorizzazione della scenografia urbana, mescolanza di generi e di pubblico, qualità della programmazione, sono tutti elementi che caratterizzano fortemente questo festival volto alla creazione di una situazione di festa, di incontro, di relazioni.
La Luna è Azzurra” è una grande festa che si espande e dilaga per tutta la città. Con le baracche, i palchi e i palchetti inseriti nella scenografia urbana samminiatese, con i suoi antichi palazzi, torri, piazze e chiese tutti trasformati in un vasto, enorme, palco. Dove niente è quel che sembra, dove ogni oggetto può ribaltare le proprie funzioni e farsi interprete di nuove idee.
Un festival dedicato ai bambini e alle famiglie che conta una presenza di pubblico familiare davvero straordinaria ed è l’evento rivolto al pubblico dei ragazzi più rilevante di tutta la Toscana con il centro storico ‘ritrovato e riscoperto’, immerso e circondato da una grande quantità di eventi teatrali e di offerte culturali.

Informazioni: tel. 0571 485078 – e-mail: [email protected] – web: www.terzostudio.it

Ingresso: libero a tutte le iniziative.

Ultime notizie

Cinema chiusi per Covid, film già visto: “No al Dpcm, sì a misure locali”

Le piccole sale rischiano grosso dopo l'ennesima chiusura per l'emergenza Covid. Abbiamo sentito il presidente di Spazio Alfieri, una tra i cinema d'essai più conosciuti a Firenze

Quante persone possono partecipare ai funerali: regole del dpcm Covid

Cosa prevede il decreto anti-coronavirus del 24 ottobre in caso di funerale: quanti possono essere i partecipanti e per cosa scatta il divieto

Quante persone al ristorante? Il numero massimo previsto dal nuovo Dpcm

Il nuovo Dpcm 24 ottobre dice che possono sedere allo stesso tavolo del ristorante non più di 4 persone, con una sola eccezione: cosa cambia con le nuove regole

Nuovo Dpcm ottobre 2020: il testo in Gazzetta Ufficiale (pdf)

Chiusura delle palestre, "coprifuoco" anticipato per bar e ristoranti, semi-lockdown senza blocco degli spostamenti tra regioni: cosa prevede il testo del nuovo Dpcm di ottobre pubblicato in Gazzetta Ufficiale