domenica, 31 Maggio 2020
Home Sezioni Eventi Le Camelie della Lucchesia

Le Camelie della Lucchesia

-

Nessuno sapeva come si chiamava, quando nei primi anni del Settecento era arrivata in Inghilterra a bordo di un vascello della East India.

Rimarrà ancora per mezzo secolo senza nome, fino a quando Linneo la iscriverà nella storia ufficiale della botanica come Camellia, in onore del padre gesuita Georg Joseph Kamel che l’aveva riportata a Londra nel 1738, di ritorno da un viaggio nelle Filippine.

Dall’Inghilterra la “febbre della camelie” divamperà in tutta Europa e si faranno vere e proprie follie per accaparrarsi le varietà più rare. Ma è in Francia, nella seconda metà dell’Ottocento, che la camelia conosce la sua stagione di gloria: è il fiore di Alphonsine Plessis, la Signore delle Camelie di Alessandro Dumas che trionfa come romanzo nel 1849 e come opera lirica, la Traviata di Giuseppe Verdi, nel 1853. La camelia diventa il simbolo dell’Amore, è il peccato ma anche la redenzione.

Per chi “ama” questo fiore, e non c’è definizione migliore, la Mostra delle Antiche Camelie della Lucchesia, che si tiene ogni anno a Pieve e S. Andrea di Compito – Capannori (Lucca) è un appuntamento da non perdere.

Un ricco programma accoglie i visitatori nei giorni della Mostra: si va dall’esposizione di camelie recise, oltre 200 cultivar di Camelia japonica, arrivate dai giardini di tutta la Lucchesia, alla visita del Camelietum con una collezione di oltre 200 antiche camelie della Toscana; dal percorso sulla Camelia del Té (Camellia sinensis) con laboratori del gusto dove testare le diverse tipologie e, per la prima volta, il mercato dei produttori di té biologico della Bolivia, al Sentiero delle camelie che si snoda tra le case, i giardini e le ville, riservando la possibilità di ammirare piante secolari di camelie.

Infine da non perdere il Mercato della Camelia, dove è possibile, per gli appassionati, acquistare a prezzi veramente vantaggiosi numerose varietà di camelie.

Chissà se tra i visitatori della Mostra ci sia ancora qualcuno come il conte de La Tour Mezery che per diciannove anni non uscì di casa senza una camelia all’occhiello e per questa stravaganza dilapidò un patrimonio di cinquecentomila franchi.

Per il programma completo della
Mostra delle Antiche Camelie della Lucchesia
www.camelielucchesia.it

Orario: 10.00 -18.00
Ingresso (biglietto unico): 6 € a persona
Ingresso gratuito per ragazzi sotto 14 anni

Notizia precedenteIl gonfalone contro la mafia
Notizia successivaPipistrello insetticida

Ultime notizie

Mascherine gratuite, in Toscana la distribuzione si sposta in edicola

Stop alla distribuzione nelle farmacie, dal 5 giugno le mascherine gratuite si trovano in edicola: come funziona e quante ne spetta a testa

Centri estivi 2020, le linee guida della Regione Toscana

Dal distanziamento al numero di operatori, ecco le linee guida 2020 per i gestori di centri estivi in Toscana: l'ordinanza 61 della Regione

Centri estivi 2020 del Comune di Firenze, iscrizione al via

Sono 28 i centri estivi organizzati dal Comune di Firenze nei cinque Quartieri: domande di iscrizione online dal 1° all'8 giugno

Spiagge libere, le regole per l’estate 2020 della Regione Toscana

Mascherina, distanza tra gli ombrelloni ma niente prenotazione: l'ordinanza 61 della Regione Toscana detta le regole per le spiagge libere